single.php

TRAINING

Turismo sostenibile, 7 regole d’oro per le vacanze a km 0

di  | 

“La Terra non ci è stata lasciata in eredità dai nostri padri, ma ci è stata data in prestito dai nostri figli”, così recita un antico proverbio indiano e con questa filosofia potremmo iniziare le nostre tante attese vacanze all’insegna di un turismo sostenibile e responsabile.

 

Turismo sostenibile, 7 regole d’oro per le vacanze a km 0

Sono diverse le strutture ricettive presso cui soggiornare in ogni periodo dell’anno e che aprono le porte all’eco-turismo. Molte di queste sono anche certificate, e basta fare qualche ricerca sul web per trovare la dimora delle nostre vacanze. L’Italia ad esempio è prima in classifica europea per la certificazione Ecolabel, applicata al turismo sostenibile, attesta una maggiore qualità ecologica e prodotti di eccellenza.

 


Aprire un’attività vegana: 15 idee per fare business


Abbiamo selezionato 7 regole d’oro per un turismo sostenibile, che sono anche 7 buone pratiche del viver bene e godere delle bellezze naturali in piena armonia con la natura senza rinunciare al divertimento e al relax. Alla fine della nostra vacanza a zero impatto ambientale porteremo a casa una bella esperienza e un comportamento più etico da poter ripetere una volta rientrati in città a casa nostra.

 

  1. Preferire mezzi di trasporti a basso impatto ambientale e scegliere anche mezzi “lenti” e alternativi per spostarsi da un borgo all’altro.
  2. Scegliere borghi rurali o piccoli centri come meta delle vacanze, per rivivere ‘come si viveva una volta’ nel rispetto delle antiche tradizioni. La scelta può indirizzarsi verso quelle strutture ricettive a basso impatto ambientale. Da un po’ di tempo molti turisti scelgono di trascorrere le proprie vacanze in Puglia. Ma non solo, molti scelgono le tipiche costruzioni locali, come pajare, trulli e casali in pietra.
  3. Non possiamo rinunciare alla visita di riserve naturali, ma sempre nel pieno rispetto dell’ecosistema
  4. Rispettare con comportamenti civili la flora e la fauna del posto senza voler portare a tutti i costi a casa un souvenir, come piante, animali che fanno parte dell’ecosistema o pietre di qualche vecchia costruzione storica o sito geologico. In alcuni luoghi questo potrebbe essere perseguibile come un reato vero e proprio, quindi facciamo attenzione e lasciamo le cose al loro posto.
  5. Se amate il diving o la pesca subacquea, informatevi che non sia attivo il fermo biologico, una capitaneria di porto può fornirci le informazioni che cerchiamo.
  6. Non rinunciamo ai prodotti tipici del luogo a km 0, come marmellate, confetture, pane cotto a legna, pasta fresca, verdure e frutta locale. Scegliendo i prodotti del contadino locale supporteremo l’economia locale e potremo gustare i piatti tipici nella loro vera essenza.
  7. Ricordiamoci di differenziare i rifiuti. Anche se già facciamo a casa la raccolta differenziata, non dimentichiamo le buone norme del senso civico e tuteliamo il posto che ci sta ospitando.

Non dimenticare di documentarti prima di partire per il tuo viaggio, leggi sul web le consuetudini del luogo, se ci sono feste patronali nel periodo in cui sarai in zona, i luoghi da visitare. Insomma, non partire allo sbaraglio, ma raccogli informazioni e fai una sorta di check-list del tuo diario di bordo.


Spesa a domicilio e tracciabilità dei produttori locali, Da Santeramo nasce Foodando


Per chi pensasse che il turismo sostenibile riguardi una ‘tipologia’ di vacanze low-cost che mal si presta con i vezzi dei turisti più disposti a spendere, dovrebbe rivedere un po’ le proprie teorie. Ad esempio Inkaterra organizza itinerari e pacchetti viaggio sostenibile ed eco-lusso in Perù, tra specie animali protette e percorsi impervi per una vacanza indimenticabile.

 

Se la tua nicchia di mercato è proprio quella del turismo sostenibile, adesso hai un’ampia scelta per accontentare i tuoi ospiti. Ma non dimeticare di focalizzarti su un target e un bisogno da soddisfare ben preciso. Il rischio di fare tutto e nulla è dietro l’angolo, non credi?

Rivista settimanale online di business e marketing. Raccontiamo le storie e le interviste di chi ce l'ha fatta, curiosità e consigli pratici per iniziare e migliorare la tua attività professionale