single.php

TRAINING

Frequenza di rimbalzo sulla landing page, 13 errori che ti fanno perdere clienti

di  | 

Se non sei un esperto di web, ti spieghiamo prima di tutto cos’è la frequenza di rimbalzo (in inglese Bounce Rate) e come può farti perdere clienti. La frequenza di rimbalzo è la percentuale di visitatori che arrivano sulla tua landing page (pagina web di atterraggio) e se ne vanno senza interagire con alcun contenuto, senza compilare nessun form di contatto oppure senza cliccare su un’altra pagina. In pratica sono le persone che hanno appena visto la pagina in cui sono atterrate e si son dette “No… non mi interessa”.
Il tuo obiettivo è quindi abbassare il più possibile questa percentuale, di far rimanere le persone nella tua landing page, convincerli a compiere un’azione e fare il prossimo passo nel tuo funnel di vendita..

Frequenza di rimbalzo sulla landing page, 13 errori che ti fanno perdere clienti 

Bene. Ora che sai cos’è la frequenza di rimbalzo. Ma sai cosa causa un bounce rate?
Ecco le 13 cause più comuni di una frequenza di rimbalzo elevata.

 

  1. Tempi di caricamento lenti della pagina. Le persone si arrendono dopo 4 secondi.

Nessuno ha mai detto: “Adoro le pagine web lente!”.
Ecco come puoi rallentare le tue landing page:

  • Usa l’hosting web più economico che riesci a trovare;
  • Aggiungi alcune immagini di grandi dimensioni che non possono essere scaricate rapidamente;
  • Usa font personalizzati che devono essere scaricati prima che chiunque possa persino leggere la pagina;
  • Aggiungi un sacco di fantastici cursori ed effetti javascript che devono anche essere scaricati per funzionare.

Tutti questi fattori possono portare a tempi di caricamento lenti della pagina. Inizia a contare quanti secondi ci mette la pagina per essere caricata. La regola d’oro vuole che nessuno rimarrà se ci metterà più di 4 secondi per scaricare una pagina . Due secondi o meno è davvero l’ideale.

Per essere certo che la pagina non superi i 3 secondi puoi usare uno di questi due strumenti per controllare quanto velocemente il visitatore potrebbe vedere la tua pagina di destinazione.

 

 

Se si carica in più di 3 secondi, dovresti prendere in considerazione l’ottimizzazione delle immagini, dei font, degli script o quegli elementi segnalati dal test di velocità per ridurre il tempo di caricamento della pagina. È l’unico metodo di approccio all’ottimizzazione della pagina web per velocizzare il caricamento del sito.

 

  1. Bombardare i visitatori con offerte alternative e pubblicità invasive

Alcuni tipi di banner pubblicitari sono una fonte di distrazione e possono ridurre la percezione di fiducia da parte dei visitatori sul tuo sito. Senza fiducia, è improbabile che forniscano indirizzi email, informazioni di contatto o che facciano acquisti. Fai attenzione ai tipi di annunci che utilizzi: se il tuo sito è supportato da annunci, assicurati che siano pertinenti per il visitatore e relativi al contenuto e agli argomenti della pagina.

 

Le pubblicità invasive ridurranno la reputazione delle tue pagine di destinazione e il valore dei tuoi contenuti agli occhi dei tuoi visitatori. Se compaiono annunci pubblicitari senza valore entro i primi cinque secondi, il visitatore scapperà a gambe levate.

 

Capisci quindi che per ogni singola pagina devi assicurati che i tuoi banner e le tue call to action secondarie non debano subire interferenze.

 

  1. Visitatori che vedono qualcosa di inaspettato e non correlato a ciò per cui sono venuti.

Non a tutti piacciono le sorprese.

Supponiamo che tu crei un annuncio per nuovi appartamenti in costruzioni in città, ma i tuoi visitatori atterrano su una pagina che promuove in realtà appartamenti che verranno costruiti fuori dal centro abitato (perché dire in città fa più appeal).
Anche se questi appartamenti saranno molto belli e realizzati in una zona ben servita, gli utenti abbandoneranno la pagina perché credevano fossero in città.

 

Se quello che prometti nell’annuncio pubblicitario non è lo stesso della landing page che hai creato, avrai perso la fiducia dell’utente, portandolo ad abbandonare la tua pagina.

 

  1. Fai in modo che i visitatori trovino subito quello che cercano

Esistono 2 tipi di lettori: quelli che amano leggere ogni singola parola e quelli più istintivi che guardano solo titoli e sottotitoli.
Per questo motivo devi riassumere quello che offri, nella tua headline e sub-headline: l’utente istintivo capirà subito se quello che cerca si trova nella tua pagina. Se non riesce a individuare il contenuto scansionando i titoli o sottotitoli, non perderà tempo nel cercarlo in tutta la pagina.
Prima di pubblicare il tuo testo sul sito, invita amici, colleghi o soci a leggere il contenuto per vedere se individuano i punti più importanti che vuoi mettere in evidenza.

 

  1. Far arrivare le persone sbagliate sulla tua landing page

Se la tua landing page vende un prodotto destinato a insegnanti di musica privata, ma fai pubblicità agli insegnanti di scuole pubbliche, ci sei andato vicino… Ma non hai centrato il bersaglio.

 

Il budget di una campagna pubblicitaria può portare il traffico verso una pagina web, ma il vero obiettivo è portare il traffico GIUSTO, cioè le persone che sono fortemente interessate a ciò che offri.

Avere il traffico GIUSTO significa avere visitatori che sono pronti a convertire perché:

  • Sono chiaramente in target.
  • Sono stati agganciati dal tuo annuncio prima che arrivassero alla pagina di destinazione.

 

Il traffico giusto sarà quasi in grado di prevedere ciò che la tua landing page offre, perché se lo aspettano. Guadagnerai la loro fiducia e le loro conversioni.

 

  1. Riempire la tua pagina con grammatica scadente ed errori di ortografia.

I visitatori cercano qualsiasi motivo per non acquistare ciò che gli si sta proponendo e per non fornire le proprie informazioni personali. Non facilitare l’abbandono della pagina a causa del contenuto che presenta errori grammaticali e di ortografia.
Se pensi di aver qualche problema nello scrivere correttamente in italiano, affidati alle agenzie che offrono come servizio la correzione delle bozze.

 

  1. Produrre troppi contenuti di bassa qualità di difficile comprensione.

La qualità dei testi sulla tua pagina di destinazione va ben oltre la grammatica e l’ortografia.
I tuoi contenuti devono comunicare rapidamente al visitatore che:

 

  • Comprendi il loro problema
  • Hai una soluzione che potrebbe essere utilizzata per risolverlo.
  • Devono solo fare il passo successivo.

Se non rispetti questa lista, difficilmente il visitatore rimarrà sulla tua pagina.

 

  1. Rendi difficile la leggibilità della tua landing page.

Molte volte basta davvero poco per causare la fuga degli utenti.
Uno dei più importanti errori riguarda la leggibilità dei testi. I principali errori sono:

  • carattere di testo troppo elaborato graficamente
  • testo rosso su sfondo nero oppure testo giallo su fondo bianco
  • dimensione carattere troppo piccolo
  • creare un blocco unico di testo senza dividerlo in paragrafiLe persone leggono rapidamente i contenuti online, quindi non vogliono “sforzarsi” troppo per leggere i testi.

 

  1. Rendi le tue landing page graficamente orrende

Ci piace guardare cose interessanti e le pagine Web non sono diverse da qualsiasi altro oggetto. Gli oggetti attraenti tenderanno a mantenere l’attenzione degli spettatori, e questo è esattamente ciò che desideri. Viceversa, le pagine con un design di cattivo gusto, pochi elementi grafici e un layout scarso tendono a provocare alti tassi di rimbalzo.

 

Ora, questo non vuol dire che un buon design garantirà un ottimo tasso di conversione. Non funziona in questo modo. Ma possiamo dire che le landing page con grafiche kitsch, ridurranno il tuo tasso di conversione.

 

  1. Rendere il visitatore come se fosse stato truffato.

Entro pochi secondi dall’arrivo in un sito web, i visitatori analizzeranno automaticamente i contenuti e gli elementi di design che comunicano:

 

  • Credibilità
  • Sicurezza

 

Molte persone si concentrano sul contenuto generale del sito per stabilire l’affidabilità del secondo elemento nell’elenco sopra. La sicurezza percepita del sito è legata alla qualità del contenuto e all’aspetto delle pagine. Se comunicano sicurezza, il visitatore sarà incoraggiato a rimanere, esplorare e potrebbe persino effettuare un acquisto.

 

Se il visitatore non è convinto che il sito sia credibile, affidabile e sicuro per qualsiasi motivo, rimbalzerà dalla pagina entro i primi secondi dall’arrivo alla pagina di destinazione. Il design della pagina di destinazione è fondamentale per evitare che questa frequenza di rimbalzo influenzi le classifiche delle pagine e le vendite future.

 

  1. Non specificare quale passo successivo deve compiere l’utente.

Supponiamo che tu abbia evitato tutti i consigli finora, hai ancora la possibilità di aumentare la frequenza di rimbalzo rendendo difficile trovare la tua principale call to action. Avere un chiaro invito all’azione significa che il visitatore sa rapidamente quale dovrebbe essere il prossimo passo. Devi seguire tutto il percorso che dovrebbe compiere in modo fluido.

 

  1. Chiedere troppe informazioni.

Come per il primo appuntamento in cui si può apparire scortesi chiedendo un eccesso di informazioni, che potrebbe essere vista come un’invasione del campo personale, così la tua landing page non è diversa. Una buona regola generale è che non dovresti chiedere informazioni che, effettivamente, non ti servono per aiutare il potenziale cliente nel passaggio successivo.

landing page personalizzata

Un esempio di landing page che richiede informazioni personalizzate. Potrebbero servire per segmentare la audience

Un esempio di landing page che chiede molte informazioni. Nel tuo caso servono davvero?


LEGGI ANCHE: Errore 404, perché personalizzare la pagina (alcuni esempi simpatici)


Non hai bisogno di avere già troppe informazioni sull’utente, potrebbe risultare invadente o perfino inutile. A meno che tu non stia vendendo qualcosa che necessità di creare offerte più personalizzate.

  1. Non considerare i dispositivi mobili.

Avrai sentito la frase “mobile first” giusto? Sapevi che su Internet quasi 43 milioni di italiani, il 60% naviga via smartphone?
Ciò significa che devi assolutamente rendere la tua landing page adattabile a tutte le risoluzioni mobile. Gli utenti non devono ingrandire la pagina dal telefono o tablet per compilare i campi con i loro dati.


LEGGI ANCHE: Come sbloccare le potenzialità della tua home page


Riepilogando: ecco la lista di cose da fare per migliorare l’efficacia delle tue pagine di destinazione …

 

  1. La tua landing page devono essere caricate in meno di 3 secondi.
  2. Non devi bombardare le persone con annunci invasivi che distraggono dall’invito principale all’azione.
  3. I tuoi titoli devono corrispondere alla pubblicità che promuove la landing page .
  4. I visitatori devono trovare rapidamente ciò che stanno cercando.
  5. Hai invitato le persone giuste alla tua landing page .
  6. L’ortografia e la grammatica devono essere controllate.
  7. Il contenuto fornito è di alta qualità.
  8. Il testo è chiaramente leggibile su tutti i dispositivi.
  9. La pagina deve essere ben progettata anche graficamente.
  10. Devi evitare di creare quella sensazione di “fregatura”, sii trasparente.
  11. Devi indicare chiaramente il passo successivo per il visitatore.
  12. Devi evitare di chiedere troppe informazioni che non utilizzerai subito.
  13. Devi assicurarti che la landing page sia ottimizzata su tutti i dispositivi.

Pensa a ciascuna landing page come a un contatto dal vivo in cui cerchi di evitare determinati comportamenti tutto il tempo.
Questo, nella tua landing page, è particolarmente importante perché è qui che crei una prima impressione che incoraggerà il visitatore a conoscerti meglio.

 

Uno dei maggiori problemi che si vede oggi nelle landing page è che sono realizzate concentrando all’interno una miriade di informazioni (pop-up, sondaggi, animazioni, gif animate, etc.) che non aiutano la conversione.

 

Concentrati su ciò che vuoi veramente che il visitatore faccia nella tua pagina. Assicurati che testo, immagini e call to action spingano delicatamente le persone in quella direzione. I visitatori analizzeranno rapidamente la tua pagina per assicurarsi che possano trovare rapidamente ciò di cui hanno bisogno.

 

 

Rivista settimanale online di business e marketing. Raccontiamo le storie e le interviste di chi ce l'ha fatta, curiosità e consigli pratici per iniziare e migliorare la tua attività professionale