single.php

TRAINING

Come comunicare l’aumento di prezzo senza perdere clienti

di  | 

Quando si decide di avvisare di un aumento di prezzo si rischia di perdere clienti, ma come aumentare i prezzi di listino? Come giustificare il rialzo del prezzo di vendita? Quando e con quali frasi comunicare ai clienti l’aumento delle commissioni?

 

Se queste sono le domande che ti stai ponendo da un bel po’ di tempo, allora leggi questo articolo. TI sarà utile per schiarirti le idee.

 

Aumentare i prezzi con potenziali nuovi clienti è abbastanza facile. Lo fai e basta. Nella maggior parte dei casi, non saranno consapevoli del rialzo.

Ma alzare i prezzi con un cliente attuale è un po’ più complicato. Vuoi – e probabilmente meriti – guadagnare di più per i tuoi servizi o prodotti. Tuttavia, non vuoi che il cliente si indispettisca e inizi a cercare altrove.

Come comunicare l’aumento di prezzo senza perdere clienti

Quindi qual è il modo migliore per comunicare il prezzo senza perdere clienti? Ecco alcune idee.

 

  1. Non farne una tragedia.

Non devi scrivere una lunga email o lettera ai clienti per spiegare che in cinque anni non hai mai aumentato i prezzi. Non devi giustificarti, scusarti o chiedere il permesso di farlo.

Fai sapere ai tuoi clienti che il tuo prezzo aumenterà di X importo in tale data.

Questo è tutto.

 

I tuoi clienti sono abituati ad aumenti occasionali dei prezzi da parte dei loro fornitori. È probabile che non saranno così sorpresi o turbati da un ragionevole aumento delle tariffe, specialmente se gli dai un preavviso di qualche mese.

E parlando di preavviso…

 

  1. Dai un preavviso.

Un aumento di prezzo è più facile da digerire se non scatta fin da subito. Tieni conto, nel caso di una consulenza, che i tuoi clienti potrebbero aver integrato la tua commissione in budget che sono già stati approvati. Se li colpisci con un aumento domani, potrebbe causare problemi per loro.

 

Pianifica quindi in anticipo.

La strategia che funziona bene è questa:
1. Prima di  tutto, fai sapere al cliente che i tuoi prezzi aumenteranno in tale data. (almeno 2 mesi di preavviso)
2. Poi spiega che, essendo un cliente prezioso, gli darai un’estensione di 2 mesi. Quindi, per lui i prezzi rimarranno invariati per ancora 4 mesi.

 

Se pianifichi di aumentare la tua commissione da € 1.000 a € 1,200 il 1° gennaio, ad esempio, comunica che manterrai le loro tariffe fino al 1° maggio. I clienti fedeli devono essere sempre trattati in maniera eccezionale. E questo è solo un altro modo per dimostrarlo.

 

  1. Aggiungi più valore.

Esamina attentamente il servizio o prodotto che offri. Esistono dei modi per migliorarli in modo tale da offrire più valore ai tuoi clienti?
Se la risposta è si, devi subito metterti all’opera per aumentare la qualità di quello che vendi.
Facciamo degli esempi:

Hai un bar e vendi il caffè a 1€. Potresti migliorare il servizio in questo modo: utilizza tazzine più curate dal punto di vista del design; servi l’acqua in un bicchiere di vetro invece del classico e triste bicchiere di plastica; aggiungi un cioccolatino o biscottino.
In questa maniera, l’aumento di prezzo da 1€ a 1,20€ sarà del tutto giustificato.

 

Sei un parrucchiere e vendi una colorazione a 50€. Potresti migliore il servizio utilizzando solo prodotti naturali, effettuando consulenza professionale con analisi del capello e cuoio capelluto, studio della nuance ecc. Riassumere il tutto su carta e consegnarlo alla cliente.
Anche in questo caso, un rialzo di prezzo da € 50 a € 65 sarà “digerito” dalla clientela perché il valore percepito sarà maggiore rispetto a prima.

Quanto aumentare il prezzo di un prodotto o servizio?

Ora probabilmente ti starai chiedendo:
Quando un aumento di prezzo può essere considerato ragionevole?
La maggior parte dei clienti accetterà un aumento del 10-15%. Forse anche il 20%.

Ma non di più.


LEGGI ANCHE: Avviare e fare impresa, ma solo se hai un’USP (Unique Selling Proposition)


Molti non prenderebbero bene il caso di un rialzo del 100%, a anche se giustificato.
Immagina come reagiresti se il tuo dentista ti comunicasse che il suo prezzo è raddoppiato!
Di certo non bene.
Tieni comunque conto che ogni volta che aumenti i prezzi, c’è sempre il rischio che alcuni clienti non siano più in grado di permettersi i tuoi prodotti o servizi.
Ma è davvero così grave perdere un cliente?
Perdere un cliente – anche uno a basso costo – può far male a breve termine. ma lascia spazio a te per trovare un cliente migliore e più remunerativo per riempire quello spazio.
Non credi?

Rivista settimanale online di business e marketing. Raccontiamo le storie e le interviste di chi ce l'ha fatta, curiosità e consigli pratici per iniziare e migliorare la tua attività professionale