single.php

TRAINING

Come si diventa cake designer: il successo di Italian Cupcakes da Bari a Chicago

di  | 

Come si diventa cake designer? Lo racconta a PugliaNext Flavia De Angelis, CEO di Italian Cupcakes, brand di riferimento per il cake design in Italia. Romana di nascita e pugliese di adozione, ex hostess di volo, Flavia De Angelis, dopo anni trascorsi tra il Messico, la Gran Bretagna e un po’ in giro per il mondo, cambia rotta, molla tutto e dedica la sua formazione alla sua vera passione: il cake design. Frequenta i corsi della scuola Wilton e dell’inglese PME ma torna in Italia con un po’ di America, fatta di zucchero e creatività. Flavia ha molte idee e reinventa il cupcakes americano rompendo gli schemi della tradizione dolciaria italiana, famosa in tutto il mondo. Sperimenta «il giusto compromesso tra il gusto italiano e quello d’oltreoceano».
Un esempio di un adattamento del noto dolce americano al gusto italiano che cita come esempio è il «cupcake alla vaniglia con un frosting al tiramisu! Squisito!».

 

Cos’è Italian Cupcakes?

Italian Cupcakes resta un punto di riferimento del cake design in Italia, dove si può trovare «tutto per il cake design e qualcosa per la pasticceria» ma anche, – spiega –  «i nostri preparati per torte e cupcakes, senza glutine e lattosio, nei tanti gusti tutti da provare e per tutti i gusti e le tasche.
Ci sono anche tante novità, – ma anche corsi – tante promozioni e anche concorsi a premi».

 

Creare un brand di successo: Italian Cupcakes

Il progetto Italian Cupcakes si differenzia dalla concorrenza «grazie allo studio attento delle «competenze e delle professionalità del settore».
Flavia De Angelis racconta come «le realtà commerciali che si occupano in Italia del settore del cake design e in generale della pasticceria americana sono ad oggi tantissime rispetto a quando è nato il nostro brand. È davvero difficile, pertanto, sopravvivere alla concorrenza, ma per noi il segreto nel riuscire ad essere ancora presenti sul mercato è proprio nella nostra natura: Italian Cupcakes infatti non è, e non vuole essere una mera realtà commerciale».

«Dietro al brand c’è innanzitutto un amore incondizionato verso ciò che facciamo e tanti anni di studio».

«Noi le torte le respiriamo oltre a sognarle ancora tutte le notti e cerchiamo di tenerci al passo frequentando corsi di aggiornamento soprattutto all’estero. È infatti  dall’estero che arrivano i nostri grandi partner, da Wilton a PME a Satin Ice. In ultimo, il nostro brand è distributore di una linea di prodotti di grande successo a nostro nome,  facili da usare, buoni e sani, senza glutine e senza lattosio».

cavallotto cappuccino e mandorla italian cupcakes

cavallotto cappuccino e mandorla- italian cupcakes

Mollo tutto e seguo le mie passioni

Se ripensa al suo percorso professionale, ha mai pensato che lavoro avrebbe fatto se non fosse diventata una cake designer?
«Eccome se ci ho pensato, o meglio direi, ci sono passata! Di fatto il mio percorso come cake designer è davvero un traguardo, perché a questo ci sono arrivata passando per degli studi linguistici e per tanti viaggi e dopo aver fatto le esperienze più varie nei settori più vari».

Dall’organizzazione di eventi, alla direzione di segreterie per grandi aziende, Flavia dedica parte della sua formazione anche al turismo «negli anni passati in Messico e anche all’aver indossato l’uniforme da hostess di volo nel periodo in cui ho vissuto in Gran Bretagna. Risultato? Ho ereditato una ridicola paura di volare che confesso con un po’ di riluttanza per ovvi motivi ma la passione per il dolce invece non è mai passata!»

 

Come si diventa cake designer?

Si diventa cake designer «innanzitutto per scelta, nel momento in cui si sceglie di seguire la propria indole artistica direi abbinata alla passione per il gusto e la pasticceria. Perché un cake designer – spiega la CEO di Italian Cupcakes – non è solo un pasticcere ma è giustamente anche un designer e quindi un amante dell’arte, della progettazione e del disegno, un creativo».
Sono gli anni di studio, di determinazione, inseguendo l’esempio dei grandi maestri, a poter definire un cake designer, «soprattutto dopo essere stati chini ore e ore su una torta nel tentativo di renderla “perfetta”».

 

Corsi per cake designer: quali frequentare?

«Di corsi oggi ce ne sono davvero infiniti e sono molte le persone che si spacciano per professioniste. Io direi di orientarsi sempre verso i corsi in cui c’è dietro un’azienda seria e un insegnante altrettanto serio a fare da garanzia. Quelli in cui il programma del corso è ben definito ed il costo giustificato».
È utile lavorare da casa e iniziare per gioco come autodidatta, seppure – continua- «un corso professionale va svolto in un ambiente adeguato, in sicurezza e soprattutto con personale ben formato, il cui curriculum può essere consultato per la trasparenza dai clienti».

Italian Cupcakes torte

Italian Cupcakes organizza diversi corsi, tra le sedi di Bari e le sedi partner di Roma, Milano e Padova. «Il target è davvero vario, perché vari sono i corsi che offriamo. Dai corsi per bimbi (dai 4 ai 10 anni) ai mini corsi e ai workshop di poche ore per gli amatori, organizzati anche con il partner italiano Decora, ai corsi certificati dalle grandi aziende straniere come i corsi Wilton e PME per chi cerca un approccio più professionale al settore e per i professionisti.
La regola vuole che in ogni classe ci sia un solo uomo, beato tra le donne (o aggiungerei, dipende dai punti di vista!). L’agenda è fitta di appuntamenti a Bari e non solo (abbiamo un corso speciale in trasferta a Chicago da non perdere a giugno) e molti altri appuntamenti si aggiungeranno durante il corso dell’anno».

 

Cosa fare per diventare un cake designer?

Tre consigli di Italian Cupcakes per chi si avvicina oggi a questa passione e sogna di trasformarla in lavoro:

1-Non mollare mai, perché il percorso è pieno di ostacoli e di concorrenti
2-Non smettere mai di imparare e di tenersi aggiornati
3-Non essere impazienti… Il mestiere del cake designer non si impara in un giorno!

 

Aprire un negozio di cupcake in franchising

La novità del brand è l’apertura di un negozio Italian Cupcakes in franchising, scrivendo a franchising@italiancupcakes.it si può accedere a due modalità di affiliazione: «con un piccolo investimento, due opzioni: la formula easy per aprire una piccola realtà commerciale con un angolo per i corsi e gli eventi che saremo noi a curare (nell’ottica di aiutare chi di cake design ne sa poco o niente), la formula full per aprire un vero e proprio clone del nostro punto di Bari e per chi vuole puntare sul core business che risiede nella formazione professionale e quindi sui corsi.
La ciliegina sulla torta? Una new entry, ovvero la terza formula di affiliazione, la neo-nata Bakery Italian Cupcakes, un concept espresso di vendita di cupcakes multi gusto e non solo».

Corsi in tutta Italia, formazione continua anche all’estero, shop on line e affiliazione in franchising, mille idee in un progetto di successo: questo è Italiancupcakes.

Giornalista e docente di visual e content marketing per le imprese e nei corsi professionali. Si occupa di comunicazione web, graphic design e copywriting.