single.php

TRAINING

Come realizzare un’idea imprenditoriale, 9 step prima di presentare un progetto

di  | 

Chi decide di avviare un’attività alla base ha un’idea imprenditoriale da realizzare e per trasformarla in un progetto di impresa vero e proprio è opportuno che inizi a valutare concretamente come metterla in pratica con una strategia e come presentare un progetto.

Ancor prima di arrivare al business plan, le migliori idee sono quelle partorite come lampi di genio, ma al di là dell’illuminazione fulminea occorrerà valutare una serie di step che definiranno tutto il processo imprenditoriale altrimenti il rischio di un fallimento è davvero dietro l’angolo.

 


LEGGI ANCHE: 5 errori fatali che devi evitare se avvii un’impresa


 

Come realizzare un’idea imprenditoriale

La concorrenza è in agguato per questo occorre avere un’idea differenziante che faccia una promessa al mercato. Se poi si tratta di una startup o di un’impresa innovativa che cerca finanziamenti o vuole avviare una campagna di crowdfunding deve pensare come presentare un’idea imprenditoriale in un elevator pitch dinanzi a probabili investitori senza lasciare nulla caso.

Le migliori idee spesso sono appuntate su foglietti, tovaglioli di carta e pezzi di carta, ma quelle sono solo l’inizio di un processo creativo. I marchi più famosi al mondo, frutto dell’opera di ingegno di creativi, hanno avuto un’evoluzione tale che mai avremmo pensato che l’idea in origine era una bozza scarabocchiata velocemente.

Ancor prima di pensare come presentare un’idea si dovrebbe partire dalla definizione di un problema da risolvere e decidere quali strategie mettere in atto per mettere in atto una soluzione. Solo dopo pensare come presentarlo al mercato.

 

9 step prima di presentare un progetto

  1. Trova un problema da risolvere
    La creatività non deve servire a comunicare se stessi perché quello lo fa l’artista che se ne infischia del mercato e del target, lui crea, racconta la sua intimità il suo “io” secondo modalità che ritiene appunto artistiche. Per creare un business e realizzare un’idea d’impresa occorre pensare ai problemi che vivono le persone o una nicchia e pensare come poterlo risolvere.
  2. Visualizza un approccio
    Occorre pensare “in che modo la mia idea potrebbe essere d’aiuto” e visualizzare un approccio al sistema che risolverà il problema.
  3. Immagina la soluzione
    Immaginare come questo problema potrebbe essere risolto con il “sistema” che vorremmo ideare (prodotto o servizio)
  4. Fare ricerche
    Abbiamo un’idea, perfetto ma siamo sicuri che questa non esista già? Delle ricerche su idee imprenditoriali e come quelle esistenti abbiano trovato reali soluzioni potranno essere d’aiuto per differenziarsi.
  5. Scegliere la soluzione migliore
    Dopo aver definito in che modo potremmo risolvere un problema comune per molte persone e dopo aver compreso quale valore potremmo offrire rispetto alle proposte esistenti, dobbiamo scegliere la soluzione più innovativa. Scegliere la soluzione migliore non vuol dire solo far risparmiare i potenziali clienti, ma offrire un prodotto o servizio che può sottendere alle aspettative e portare dei progressi a lungo termine.
  6. Scegliere il team
    Uno dei consigli che sono fatti per la pitch competition del Web Marketing Festival è definire il team e il gruppo di lavoro. Sono degli aspetti di cui i finanziatori tengono conto.
  7. La soluzione deve essere misurabile
    Come fare a capire se la nostra idea sarà un successo? Un esempio ci viene dato nella gestione dei negozi, tutto deve potersi contare, imparando a misurare le aspettative e i risultati si potrà definire un riotrno dell’investimento e se questo è andato a buon fine.
  8. Contolla tutto
    I 7 punti precedenti anticipano la realizzazione finale di un’idea imprenditoriale. Non si sottovaluti che questo processo step by step può essere usato come i 5 perché di Toyoda o in qualsiasi processo creativo. Anche un copywriter deve trovare la concentrazione: fa delle ricerche e iniziare a gettare le basi per una bozza prima di arrivare alla sua copy bell’e pronta. Tutto deve essere controllato con calma
  9. Comunicare la soluzione
    Quando abbiamo compreso il problema e come risolverlo in modo semplice verrà molto più semplice pensare al marchio e ai suoi valori e come comunicarli. Ma per questo ci si può affidare a un professionista che si occuperà della strategia di marketing.

Chiarito questo sarà più semplice scegliere il naming, l’identità aziendale e raccontare la propria impresa coinvolgendo le persone che non tarderanno a lasciarci un feedback. Se abbiamo mantenuto le aspettative del cliente le testimonianze saranno positive. Se stiamo pensando a una soluzione tecnologica del prodotto o servizio da vendere dobbiamo tener presente anche l’invecchiamento del prodotto ma la value proposition deve essere riconoscibile anche nel tempo.

Direttore responsabile del Settimanale online PugliaNext. Giornalista pubblicista, si occupa di web, graphic design e copywriting.