single.php

INIZIA DA QUI

Tutti sanno cos’è la Sharing Economy ma pochi la usano

di  | 

Tutti sanno cos’è la Sharing Economy eppure ancora in pochi la utilizzano.

Almeno il 20% degli italiani ha usato un servizio di sharing economy ma nonostante l’entusiasmo solo il 45% della popolazione ne conosce i servizi dell’economia della condivisione.
È il nuovo modo di poter aumentare il benessere familiare e di rimettere in circolo i risparmi senza sentirsi appesantiti da acquisti importanti: è questo il maggior beneficio della sharing economy.

Nessuno sa cos’è la Sharing Economy ma tutti la usano

È quanto emerge da una ricerca dell’Eumetra Moneysfera sulla conoscenza e l’utilizzo dei servizi di sharing.

Tra i tanti l’house sharing (condivisione della casa vacanze) bike sharing (noleggio bici) car sharing (noleggio auto) coworking (per gli uffici e la condivisione degli spazi di lavoro) o di barche.

Ma ne potremmo enumerare tanti altri: dal più famoso di Airbnb al più discusso (Uber). Il quadro è chiaro ammettono di sapere cos’è la sharing economy ma solo una piccola parte di italiani cha abbiano un conto in banca e una discreta conoscenza di internet la utilizzano sul serio.

Il resto sembra conoscere le opportunità e sembra incuriosito dal potenziale risparmio di un servizio sharing ma non è un utilizzatore.
Se si provasse a riassumere cos’è la sharing economy si potrebbe pensare immediatamente al servizio offerto con vantaggi del noleggio o del pagamento esclusivamente sull’utilizzo effettivo ma dietro questo beneficio immediato si cela la maggiore capacità di acquisto di un servizio, maggior benessere spendibile per più fasce di reddito, ma non solo.


LEGGI ANCHE: Business sostenibili: Con la sharing economy cambiano i trasporti


La sharing economy non è solo benefici è anche un effetto di una maggiore mobilità delle persone che non mettono radici e diventano cittadini del mondo con riflessioni ottimistiche sul fenomeno ma anche pessimistiche sulla minore capacità di acquisto di una proprietà privata ed esclusiva.
Il web e l’alfabetizzazione digitale offre innumerevoli opportunità a patto di saper appurare la fondatezza delle fonti e di non cadere in errore su quei siti truffa contro cui si cerca di tutelare i clienti e dalla contraffazione del brand.

Rivista settimanale online di business e marketing. Raccontiamo le storie e le interviste di chi ce l'ha fatta, curiosità e consigli pratici per iniziare e migliorare la tua attività professionale