START

Perché è importante fare un Business Plan quando si avvia un’impresa

di  | 

Fare un business plan è fondamentale per il successo di qualsiasi nuova impresa. Tutti i neoimprenditori dovrebbero dedicare del tempo alla redazione di un business plan. Servirà per fornire i parametri di riferimento per capire se stai raggiungendo i tuoi obiettivi.

Secondo Patrick Hull della Phull Holdings, società di investimenti, e writer di Forbes serve un po’ di organizzazione con i partner commerciali, i soci e i colleghi per la redazione, ma di sicuro getta le basi per una buona pianificazione e per non lasciare nulla al caso.

La dimensione e la portata del business plan dipendono dai tuoi obiettivi specifici. Se stai redigendo un business plan per gli investitori allora sarà più dettagliato l’aspetto economico. Tieni a mente che i potenziali investitori potrebbero non avere familiarità con il tuo settore e in tal caso dovresti spiegare chiaramente gli obiettivi da raggiungere, in che modo e secondo quali tempistiche raggiungerli.

 

Cosa non deve mancare se vuoi fare un Business Plan

Un business plan è una proiezione dei prossimi 3-5 anni di vita della tua attività, descrive sostanzialmente il percorso che la tua attività dovrebbe fare per aumentare i ricavi.
Cosa non deve mancare nel tuo business plan:

  • una presentazione della tua azienda se sei una realtà già consolidata (descrizione della società, dei prodotti o servizi che offri, aspetto finanziario se sei alla ricerca di finanziatori, aspetti della crescita potenziale con esempi anche di altre aziende);
  • descrizione dettagliata dei prodotti o servizi che offri (vantaggi del tuo business);
  • analisi di mercato potenziale ed effettivo
  • organizzazione e gestione quindi una sorta di organigramma dettagliato della struttura societaria, i ruoli, le competenze e anche le esperienze passate di chi lavora;
  • descrizione del prodotto o servizio, proprietà intellettuale e benefici, valore aggiunto che otterrebbero i tuoi clienti dall’utilizzo dei tuoi prodotti;
  • strategia di vendite per il prodotto e fidelizzare i clienti, quindi i canali di vendita, distribuzione e importante è anche la strategia di comunicazione;

 

Se sei alla ricerca di un finanziamento, nel tuo business plan non deve mancare:

  • la necessità finanziaria attuale;
  • eventuali esigenze di finanziamento futuro per i prossimi cinque anni;
  • descrizione di come si intende utilizzare i fondi ricevuti;
  • eventuali piani finanziari situazionali per il futuro, come ad esempio un piano di rimborso del debito, o vendita dell’impresa;
  • proiezioni finanziarie quindi storici di bilancio e prospetti finanziari futuri per i prossimi anni.

Non deve mai mancare, anche se non fa parte del business plan, un riepilogo dell’azienda: bilanci, documenti legali, contratti, licenze, permessi o brevetti, curricula dei collaboratori o soci. Chi dovrebbe concedervi un finanziamento potrebbe decidere di voler accedere anche ad altri documenti aziendali.

Il business plan è al completo, o quasi. Ciò che farà la differenza è che tu ti faccia delle domande e sappia con chiarezza: cosa stai vendendo? A chi stai vendendo? Dove lo stai facendo? qual è la tua nicchia di mercato? E perché dovrebbero acquistare da te?

Un consiglio? Riguarda, rileggi il tuo business plan e vai a caccia delle falle, degli sbagli, non faresti una bella figura se i tuoi investitori trovassero prima di te questi errori, non credi?

Rivista settimanale online di business e marketing. Raccontiamo le storie e le interviste di chi ce l'ha fatta, curiosità e consigli pratici per iniziare e migliorare la tua attività professionale