single.php

START

Imprenditorialità giovanile e alternanza scuola lavoro: Numerosi i beni confiscati alle mafie. La Camera di Commercio di Lecce cerca migliori proposte delle Scuole Salentine

di  | 

Secondo i dati dell’Agenzia Nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati alla criminalità organizzata, risultano essere ancora numerosi i beni confiscati alle mafie nel territorio Salentino in via definitiva.

Imprenditorialità giovanile e alternanza scuola lavoro: Numerosi i beni confiscati alle mafie. La Camera di Commercio di Lecce cerca migliori proposte delle Scuole Salentine

Con l’obiettivo di rivalorizzazione del territorio pugliese, la Camera di Commercio di Lecce, nell’ambito del progetto “La gestione e la valorizzazione dei beni e delle aziende confiscate” promosso da Unioncamere nazionale in collaborazione con l’Associazione Libera apre il bando destinato agli studenti delle Scuole Superiori della provincia di Lecce per stimolare l’autoimprenditorialità e l’alternanza scuola lavoro. Il bando vuole individuare le migliori tre proposte imprenditoriali degli studenti (da presentare entro il 18 maggio 2018) per le migliori destinazioni d’uso per quei beni confiscati in via definitiva alla criminalità organizzata e promuovere la simulazione di impresa sociale finalizzata allo scambio di beni e servizi di utilità collettiva.

Le proposte potranno riferirsi ad uno o più beni abbinati ai fini dell’idea da sviluppare e le fasi progettuali da seguire sono:

  • individuazione di beni confiscati in via definitiva alle mafie attraverso il portale openregio.it;

  • sviluppo della Business Idea supportata dall’analisi di fattibilità che individua punti di forza e di debolezza, opportunità e rischi;

  • elaborazione del Business Plan che sintetizza i contenuti e le caratteristiche del progetto imprenditoriale. Per l’elaborazione del progetto e la partecipazione al Bando saranno riconosciute n. 90 ore di Alternanza Scuola Lavoro per ciascun studente partecipante al gruppo candidato.

La commissione di valutazione sarà presieduta dal Segretario Generale della Camera di Commercio di Lecce, o suo delegato, da un rappresentante della Procura Generale, della Prefettura, della Regione Puglia e dell’Associazione Libera. Saranno individuate le proposte ritenute più innovative, intuitive e realistiche, che verranno presentate, preferibilmente a cura dello stesso gruppo partecipante, in una giornata dedicata alla presenza delle Autorità costituite, dei Sindaci dei Comuni della Provincia, delle Associazioni di categoria e delle imprese.

Le proposte idonee pervenute rientreranno in una graduatoria e alle prime tre classificate, sarà assegnato un “contributo premio” che gli Istituti Superiori potranno utilizzare per organizzare iniziative di carattere formativo

in materia di beni confiscati alle mafie, quali una visita aziendale al Caseificio “Le terre di don Peppe Diana” di Castel Volturno (Caserta) oppure una visita alla sede di Reggio Calabria dell’Agenzia Nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata o attività similari.

Alla prima proposta classificata sarà assegnato un premio di 5mila euro; alla seconda proposta classificata sarà assegnato un premio di 3mila euro; alla terza proposta classificata sarà assegnato un premio di 2mila euro.

Le proposte saranno pubblicate sul sito istituzionale.
Maggiori informazioni del bando.

Rivista settimanale online di business e marketing. Raccontiamo le storie e le interviste di chi ce l'ha fatta, curiosità e consigli pratici per iniziare e migliorare la tua attività professionale