single.php

START

Idee di business per il 2019: Il ritorno del vintage

di  | 

Torna alla ribalta il vintage come idea di business per il 2019, non solo per la moda ma anche per l’arredamento e l’oggettistica. Basta fare un giro sui maggiori marketplace per comprendere come il ritorno al vecchio è di nuovo di moda.

Forse a contribuire all’interesse è l’idea di mantenere una continuità col passato e i ricordi, ma anche l’idea di cambiare stile di vita. Non più oggetti esclusivamente nuovi, ma oggetti che parlano e raccontano un passato che non c’è più.

Fino a qualche anno fa era priorità dei mercatini delle pulci che hanno avviato gloriosi franchising. Eppure in modo più autonomo le persone riescono a vendere un vecchio giradischi per vinili su siti come Ebay o Etsy.

Ritorno al vintage: Economia del riuso

Ma il ritorno al vintage fa parte anche di un’economia del risparmio che avevamo un po’ dimenticato per la folle corse al nuovo ed ultimo modello.

 

Il vintage ha quel gusto così aristocratico e old school che fa tendenza ancora oggi. È forse anche un po’ il caso di dire che il passato ritorna nelle arti, nella musica che, vedi l’indie, rievoca anche quella moda anni ’80 che piace anche ai millennials.

 

Ma questo ritorno all’ammirazione del passato l’avevano fiutato già i grandi brand per riportare in auge vecchi marchi o lanciare shop on line di prodotti di altri tempi. Acquistare prodotti vintage vuol dire comprare “pezzi unici” e diversi dalle mode del momento, inusuali, ma dal fascino di uno stile che nasconde quella cura e qualità del passato.

Molti brand, come Piquadro, hanno deciso di investire nelle startup e tecnologie digitali per promuovere il riuso di classe, come nel caso della startup Vintag, fondata da Francesca Tonelli.

Vintag è un’app per comprare e vendere prodotti vintage unici e selezionati, ma è anche una community.


LEGGI ANCHE: Direttamente dagli anni’60 arriva il Preppy Style, Anche a lavoro


Se c’è chi storce il naso di fronte al vintage chiamandolo “seconda mano”, occorre ricordare che un oggetto vintage è un oggetto di alta fattura e pregio vecchio di almeno 20 anni, un prodotto icona di un’epoca e di un periodo.

E se proprio non si vogliono oggetti usati si può sempre puntare al retrò che rievoca il vintage ma è di recente produzione.

Il dilemma è se scegliere retrò o vintage? Il senso è anche il risparmio e utilizzare al massimo un oggetto sfruttandone tutte le sue potenzialità per quella che viene chiamata economia circolare e del riutilizzo contro lo spreco.

Rivista settimanale online di business e marketing. Raccontiamo le storie e le interviste di chi ce l'ha fatta, curiosità e consigli pratici per iniziare e migliorare la tua attività professionale