single.php

START

Fabbrica del futuro, “Aumenta l’efficacia del lavoro umano, non verrà sostituito”

di  | 

Quando pensiamo all’Industria 4.0 e alle fabbriche del futuro la prima cosa che viene da chiedersi spontaneamente è se l’automatizzazione sostituirà il lavoro umano. La realtà non è ascrivibile a confini determinati, ma il lavoratore umano continuerà ad avere un ruolo centrale. Ci sarà la cooperazione uomo-macchina?

È nelle previsioni della nuova Innovation Activity, iLEVATOR, lanciata dalla linea di azione sulla Digital Industry di EIT Digital che ha l’obiettivo di sviluppare una piattaforma modulare e plug-and-play per la logistica che integrerà al suo interno robot fissi e mobili. Allo stesso tempo, assicurerà che gli operatori umani continuino a ricoprire un ruolo centrale in attività ad alto valore aggiunto, e garantirà che la collaborazione fra uomo e robot si svolga in maniera efficiente e sicura.
La società torinese Comau, che fa parte del gruppo FCA ed è un leader riconosciuto nella progettazione di soluzioni avanzate per l’automazione industriale, intraprenderà per prima l’iniziativa.

Fabbrica del futuro, “Aumenta l’efficacia del lavoro umano, non verrà sostituito”

“La fabbrica del futuro viene vista spesso come fortemente automatizzata, con molti compiti svolti interamente dai robot. La realtà, tuttavia, sarà probabilmente molto più complessa e ricca di sfumature- spiega il responsabile dello sviluppo del prodotto di Comau, Simone Belardinelli”.

“Nella logistica -prosegue Belardinelli- ci sono molte attività che non sono caratterizzate da un alto valore aggiunto. Perciò, gli studi ergonomici possono portare alla creazione di soluzioni che non sono pensate per rimpiazzare gli addetti umani, ma per aumentare l’efficacia del loro lavoro”.

La soluzione di iLEVATOR verrà implementata inizialmente nelle fabbriche di FCA, ma Comau ne favorirà l’introduzione in altri settori, oltre a quello automotive.

 


LEGGI ANCHE: Industria 4.0: Cosa è e Come cambierà il lavoro?


 

Assieme a un team composto da diversi partner -Centro Ricerche Fiat, Fondazione Bruno Kessler, Fraunhofer-IML, l’Università di Edimburgo, Reply e Fortiss- Comau metterà a punto una soluzione pensata per quei settori in cui c’è bisogno di maneggiare componenti e che potrebbero trarre vantaggio dal fatto che i robot si occupino di compiti privi di valore aggiunto, come la raccolta e lo spostamento dei container vuoti dai magazzini alla linea di produzione e viceversa.

Rivista settimanale online di business e marketing. Raccontiamo le storie e le interviste di chi ce l'ha fatta, curiosità e consigli pratici per iniziare e migliorare la tua attività professionale