START

Boom donne in agricoltura: aumenta l’impresa al femminile

di  | 

C’è un boom di donne in agricoltura. Così stabilisce il rapporto di Coldiretti Più lavoro in agricoltura dall’innovazione – Missione cambiamento: le risposte dei giovani agricoltori illustrato a Fieragricola di Verona. Si registra il +76% della manodopera under 34 indipendente femminile impiegata come imprenditrici agricole, in società cooperative o coadiuvanti familiari. Cresce anche quella maschile:+27% ma le donne sembrano essere quelle che trainano il triplo delle percentuali di impiego del settore agroalimentare.

 

Dalle università a lavorare la terra: ci sono più donne in agricoltura

Le nuove leve dell’agricoltura, ebbene sì, provengono dalla carriera universitaria. Chi per studi legati all’innovazione, chi per passione e chi perché crede che l’agricoltura possa offrire nuove possibilità di occupazione. «C’è un intero esercito di giovani che hanno preso in mano un settore considerato vecchio, saturo e inappropriato per immaginare prospettive future e ne hanno fatto un mondo di pionieri, rivoluzionari, innovatori e attivisti impegnati nel costruire un mondo migliore per se stessi e per gli altri- ha affermato Maria Letizia Gardoni delegata dei giovani di Coldiretti, secondo cui- dai campi non viene solo una risposta alla disoccupazione e- non solo- alla decrescita infelice del Paese, ma anche una speranza alla sconfitta dei nostri coetanei, che sono costretti a espatriare e a quella di chi a 50 anni si ritrova senza lavoro, senza certezze, ma con una vita già costruita da riposizionare».
Ottimisticamente questi dati fanno presagire un cambiamento dell’agricoltura italiana e delle imprese sempre più competitive. Già con il PSR, Programma di Sviluppo Rurale, fino al 2020 i giovani potranno beneficiare dei sostegni per i primi insediamenti in agricoltura. La Coldiretti si propone a sostegno delle idee imprenditoriali mettendo a disposizione tutor, corsi di formazione e consigli per accesso al credito.

 

Agricoltura 100% al femminile

La Morgana Srlcr è un esempio di azienda agricola addirittura al 100% al femminile che in Calabria e in Puglia coltiva ulivi, viti, mandorle, agrumi e fichi. L’idea è nata da due donne imprenditrici agricole che, seguendo tutta la filiera produttiva e usando solo prodotti della campagna mediterranea, quindi  senza coloranti, senza prodotti di origine animale o senza aromi sintetici, hanno iniziato a produrre una serie di prodotti di eccellenza gastronomica e cosmetici al naturale ora in fase di ottenimento di certificazione biologica: un bell’esempio di come le donne pensino alle donne.

Direttore responsabile del Settimanale online PugliaNext. Giornalista pubblicista, si occupa di web, graphic design e copywriting.