single.php

PLAYER

Ristrutturare casa “chiavi in mano” senza impazzire, L’intervista a Loris Cherubini co-founder di Facile Ristrutturare

di  | 

Chi vuole ristrutturare casa gode sicuramente delle agevolazioni bonus casa per le ristrutturazioni, ma di certo non dorme sonni tranquilli tra gli incubi frequenti per i timori delle spese improvvise, il disbrigo delle pratiche, gli errori nella realizzazione dei lavori e nel doversi confrontare con più tecnici e referenti per i vari preventivi.

 

Ristrutturare casa senza impazzire

È quello che ha fatto scattare la molla nella testa di Giovanni Amato e Loris Cherubini, co-founder di Facile Ristrutturare. L’idea nasce dalla voglia di rivoluzionare tutti gli aspetti che riguardassero la ristrutturazione di casa creando un preventivo trasparente sin dall’inizio, che potesse alleggerire i proprietari di casa da qualsiasi compito burocratico e soprattutto un unico interlocutore per i proprietari a cui potersi affidarsi completamente.

 

Giovanni Amato e Loris Cherubini sono due giovani imprenditori (under 35), ma ancor prima due amici. Si conoscono già da dieci anni quando Giovanni, general manager per un’azienda che si occupa di utilities, decide di ristrutturare casa consultando il suo amico Loris, interior designer, affidandogli la completa progettazione.

 

Da questa occasione di collaborazione riflettono come migliorare il settore delle ristrutturazioni edilizie che aveva, fino a quel momento, un grande problema: la perdita di tempo per il proprietario di casa dietro preventivi, consulenze tecniche e ritardi nella consegna della casa.

 

L’idea di Facile Ristrutturare: “La ristrutturazione della Casa chiavi in mano”

Nata solo tre anni fa, Facile Ristrutturare ha aperto già 18 negozi fronte strada in tutta Italia reclutando architetti, ingegneri edili, geometri come referenti delle ristrutturazioni di case private o locali commerciali e chiudendo il 2016 con un fatturato di 8,4 milioni di euro.

 

Così nel 2015 Facile Ristrutturare apre, dopo la prima sede di Roma, una sede a Bologna e a Milano, e nel 2016 anche a Napoli, Firenze, Torino, Bari, Genova, Parma, Verona, Palermo e Brescia. Nel 2017 è il momento di Roma 2 (EUR), Napoli 2 (Fuorigrotta), Pescara, Cagliari, Modena e Milano 2 (Cenisio).

 

L’intervista a Loris Cherubini co-founder di Facile Ristrutturare

Abbiamo intervistato Loris Cherubini per conoscere il primo progetto italiano di ristrutturazione chiave in mano.

 

La promessa del brand al cliente è che la ristrutturazione sarà facile e chiavi in mano. Eppure ci sono dei timori che accomunano la maggior parte di chi deve ristrutturare casa: il costo del preventivo che lievita durante le ristrutturazioni, che non ci sono compatibilità o errori con il regolamento edilizio comunale costringendo il proprietario ad affrontare nuovi problemi e spese, conformità degli impianti, la fine dei lavori che si protrae per tempi piuttosto lunghi. Come risolvete questo problema?

«La visione della nostra azienda è sempre stata quella di facilitare la vita dei clienti introducendo il concetto del Chiavi in mano nel processo di ristrutturazione, laddove l’architetto professionista diventa l’unico interlocutore per tutte le fasi dei lavori, dalla progettazione alle pratiche burocratiche, dalla scelta dei materiali alla gestione dei lavori. Abbiamo trasformato l’idea della ristrutturazione da servizio in prodotto, il quale deve essere chiaro e trasparente senza lasciare alcuno spazio a interpretazioni o modifiche. Il nostro preventivo è studiato da un professionista, è competitivo e ad hoc per le richieste e con un prezzo chiaro e trasparente.

«Crediamo che non possa esistere una ristrutturazione senza una direzione tecnica e artistica e proprio per questo riteniamo che solo la supervisione di un tecnico possa dare maggiori garanzie al cliente e fare in modo che i lavori che andiamo a preventivare siano chiari sin da subito. Abbiamo un team di responsabili tecnici che si occupa di certificazione degli impianti e una organizzazione che sfrutta la tecnologia e software personalizzati per creare un cronoprogramma e giornali di cantiere costanti che ci permettono di organizzare le maestranze per garantire sempre tempi di lavoro certi e prestabiliti».

 

Quali figure professionali lavorano nel vs team (architetti, geometri…) e come sono organizzati nelle vostre sedi?

«Oggi abbiamo 18 negozi e puntiamo a chiudere il 2017 con 30 sedi in tutta Italia. Ogni ufficio è organizzato con dei tecnici ai quali Facile Ristrutturare da l’opportunità di collaborare, a cui affida i clienti che si rivolgono a noi, diamo un ufficio in cui poter condividere la propria esperienza e competenze. Diamo loro assistenza amministrativa, assistenza legale, software e la formazione nella nostra Academy. Diamo tutto quello che serve a un professionista per svolgere la sua professione.

«Attualmente abbiamo 200 architetti che collaborano con noi in tutta Italia».

 

La sede di Palermo di Facile Ristrutturare

La sede di Palermo di Facile Ristrutturare

 

In soli 3 anni avete aperto 18 negozi in tutta Italia. Un ottimo traguardo… O un nuovo inizio? Ci sono progetti che bollono in pentola?

«È sempre un nuovo inizio. Ogni mese registriamo una crescita costante in termini di clienti e di nuovi cantieri. Un’apertura di ufficio è consequenziale alla collaborazione con architetti e nuove opportunità di business. Ci sono molti progetti in corso: siamo ad oggi l’unica realtà nazionale nel settore della ristrutturazione di interni, stiamo lavorando a un progetto immobiliare, consolidando una partnership con attori importanti nel settore delle ceramiche e arredo bagno».

 

«Cerchiamo architetti, ingegneri edili, geometri che mostrino di avere le competenze per gestire il lavoro e le pratiche burocratiche, quindi non solo fare i lavori a norma ma avere anche quelle doti personali: cerchiamo persone umili, creative e propositive».

 

«Dopo il recruiting per noi è molto importante la partecipazione ai corsi della nostra Academy, tenuti da influencer e testimonial come Paola Marella esperta di interior design, homestaging e mediazione immobiliare e Roberto Re che segue per noi con la sua scuola di formazione HRD i corsi da un punto di vista personale e di comunicazione. In un mondo in cui sentiamo spesso parlare di crisi e di poche opportunità per i giovani noi rispondiamo con la chiave del nostro successo: l’entusiasmo nel superare le difficoltà per arrivare al successo».

Direttore responsabile del Settimanale online PugliaNext. Giornalista pubblicista, si occupa di web, graphic design e copywriting.