single.php

PLAYER

I consumatori si affidano ai brand per la protezione online

di  | 

I brand rappresentano per i consumatori un fattore di sicurezza, per questo la contraffazione di un brand è un problema per il brand stesso per la tutela anche della salute se pensiamo a prodotti contraffatti come cosmetici o altro. Chrissie Jamieson, Global Head of Marketing, MarkMonitor fa il punto della situazione circa le strategie di protezione del brand che dovrebbero essere adoperate durante tutto l’anno.

Chrissie Jamieson, Global Head of Marketing, MarkMonitor

in foto: Chrissie Jamieson, Global Head of Marketing, MarkMonitor

I consumatori si affidano ai brand per la protezione online

Negli ultimi anni abbiamo assistito a un aumento vertiginoso delle vendite online. In Gran Bretagna, l’Office for National Statistics ha registrato un aumento dal 9.7% di cinque anni fa al 18% di oggi sul totale delle vendite

Questa è un’enorme opportunità per i retailer, ma non sono gli unici a beneficiarne. Anche contraffattori, truffatori e criminali informatici ne stanno traendo vantaggio.

Secondo il nostro recente Global Online Shopping Survey 2018 questo fatto si concretizza maggiormente nel periodo dello shopping natalizio, con il 91% dei partecipanti al sondaggio che ha affermato di acquistare prodotti online.

Cosa dicono i numeri?

I consumatori sono sempre meno sprovveduti quando si tratta di acquisti online: la ricerca mostra infatti che quasi i due terzi degli intervistati controllano l’affidabilità dei siti web esaminando le recensioni online mentre il 43% afferma di verificare i certificati SSL. Nonostante queste accortezze, è ancora possibile venire ingannati e acquistare prodotti contraffatti

La diffusione dei falsi su Internet, unita ai metodi utilizzati dai contraffattori per commercializzarli e venderli, comporta che non siano sempre facili da individuare. A volte non sono sempre considerevolmente più economici o visibilmente diversi dalla realtà. In effetti, la ricerca mostra che un consumatore su tre ha inavvertitamente comprato un prodotto falso, e che il 68% di questi acquisti era destinato a essere un regalo di Natale

I brand non possono contare solo sulla vigilanza dei loro consumatori: devono assicurarsi di fare tutto il possibile per proteggere la propria reputazione, i profitti e soprattutto, i clienti stessi. Lo studio conferma questa teoria: l’88% degli intervistati vittime dei contraffattori affermano che i brand debbano fare di più proteggerli nei loro acquisti online.


LEGGI ANCHE: I gTLD (generic Top Level Domain) sono uno strumento di marketing o di difesa per il brand?


Un problema di salute e sicurezza

Acquistare un prodotto contraffatto non è solamente uno spreco di denaro, ma comporta anche rischi di sicurezza. Secondo il Journal of Trading Standards, in Gran Bretagna i prodotti elettrici difettosi causano 7.000 incendi domestici ogni anno. Anche i giocattoli, i cosmetici e i prodotti farmaceutici possono avere un impatto molto grave sulla salute.

Le conseguenze della commercializzazione impropria di prodotti contraffatti sono di vasta portata: riguardano non solo i brand, la fiducia dei clienti e il fatturato, ma anche l’economia in generale in termini di perdita di posti di lavoro, salute e sicurezza e persino il finanziamento di attività criminali.

La lotta alla contraffazione dovrebbe rimanere una missione cruciale per i brand, non solo nel mercato dei beni di lusso, ma in tutti i settori.

Costruire la propria strategia

Per molte organizzazioni sarà necessario includere un programma di brand protection online come parte di una strategia di protezione più ampia. Sia che questo piano venga implementato internamente o con il supporto di esperti nel campo della brand protection, la lotta alla contraffazione va portata avanti continuativamente durante l’anno, non solo durante le festività.

Per ulteriori informazioni sulla protezione dei consumatori e l’impatto sul business, è possibile consultare l’ultima indagine di MarkMonitor Global Online Shopping Survey

 


LEGGI ANCHE: Proteggere il brand dopo i cambiamenti del GDPR


Rivista settimanale online di business e marketing. Raccontiamo le storie e le interviste di chi ce l'ha fatta, curiosità e consigli pratici per iniziare e migliorare la tua attività professionale