single.php

PLAYER

Philip Kotler torna il 7 ottobre al PKMF 2017: L’intervista a Marco Raspati, Ceo di Nexo Corporation e Owner del PKMF

di  | 

La riduzione di ogni tipologia di spreco e la sua conversione in valore come parte integrante del processo aziendale è il tema principe del lean marketing: il rivoluzionario approccio di marketing strategico di cui si parlerà sabato 7 ottobre al PKMF 2017. Il Philip Kotler Marketing Forum, giunto alla terza edizione, è centrato sulla figura del professor Philip Kotler, padre e pioniere del marketing management. Un’occasione di formazione imperdibile per piccoli imprenditori, manager di grandi aziende o studenti per apprendere strategie, modelli e soluzioni da una delle figure più influenti del marketing strategico, considerato dal Management Centre Europe come il maggior esperto al mondo nelle strategie di marketing.

L’edizione 2017 del PKMF sarà focalizzata sul lean marketing mediante una riflessione articolata, che coinvolgerà brand e speaker di successo, protagonisti e innovatori dello scenario economico odierno prevedendo tre sessioni di approfondimento rispettivamente dedicate a: Food, Mobilità 4.0 e Innovazione digitale. Tre ambiti di indagine coincidenti con tre settori driver della nostra economia nazionale, come Marco Raspati CEO di Nexo Corporation, società che organizza il PKMF, ci racconta in questa intervista:

 

Philip Kotler torna il 7 ottobre al PKMF 2017: L’intervista a Marco Raspati

Marco Raspati CEO di Nexo Corporation

Marco Raspati CEO di Nexo Corporation da 3 edizioni organizza il Philip Kotler Marketing Forum

Come nasce l’idea di creare un evento come il Philip Kotler Marketing Forum?

«Partiamo dalla genesi. Nexo Corporation si occupa di servizi per l’internazionalizzazione e assistiamo i nostri clienti nell’attuazione di un piano marketing strategico, cercando di plasmarlo sulle loro reali esigenze. Con l’intento di offrire ai nostri clienti un servizio sempre più personalizzato, 5 anni fa abbiamo incontrato il professor Philip Kotler e con lui abbiamo costruito delle progettualità di comune interesse, scegliendo argomenti di marketing strategico che fossero contestualizzati col mercato italiano. Quest’anno abbiamo deciso di parlare di lean marketing, quindi di uno strumento operativo che semplifica l’applicazione di una strategia marketing all’interno dell’azienda, consci del fatto che se da un lato c’è l’esigenza di fare strategia dall’altro è indispensabile renderla operativa, gestirla, controllarla e soprattutto di renderla misurabile, applicabile a qualsiasi realtà che sia una PMI o grandissima azienda».

Quali potrebbero essere i percorsi di cambiamento in ottica lean per le imprese?

«L’ottica lean, come detto, nasce per semplificare il percorso di attuazione del piano marketing e quindi del marketing strategico. Il cambiamento generato è volto a costruire un progetto condivisibile, applicabile e rendicontabile. Il lean marketing ci permette di essere snelli, veloci e focalizzati sugli obiettivi, ci consente di affrontare i progetti con la giusta prudenza, di renderli misurabili e di intensificare l’ascolto del cliente».


LEGGI ANCHE: Strategie di Lean Marketing, Torna Philip Kotler in Italia al PKMF 2017


 

Il lean marketing è forse un effetto di una necessità profonda, ovvero la richiesta da parte dei consumatori di evitare sprechi, di più trasparenza? D’altronde, se ci pensiamo, è cambiato il modo di fare acquisti, le persone si informano di più in modo autonomo e dialogano attraverso i social con i brand… Qual è il suo punto di vista a riguardo?

«Lo spreco, all’interno di qualsiasi realtà, è un fattore complesso e problematico da gestire, ma dotandosi degli strumenti idonei lo si può trasformare in valore. Pensiamo a quanto avviene nel settore del food dove le eccedenze alimentari possono diventare una grande risorsa, come accade per i prodotti in scadenza. Questo esempio può essere riportato a tutti i settori. Nell’ambito del marketing si è spesso abituati a costruire progetti belli e coinvolgenti che nel lungo periodo si rivelano difficili da attuare e poco sostenibili.

Una strategia di marketing efficace deve lavorare per contenere questa criticità, riducendo gli sprechi, riconoscendoli e, una volta individuati, lavorando per trasformarli in una risorsa utile al percorso d’impresa. Questo approccio è estensibile ai modelli organizzativi, di comunicazione, di gestione, di marketing digitale e operativo, aumentando la redditività e la soddisfazione del cliente finale».

Questa è la terza edizione de PKMF, come sta andando?

«Sta andando molto bene, i posti in sala stanno terminando, abbiamo oltre 20 media partner, oltre 70 testate giornalistiche che ci seguono in modo ravvicinato e più di 600 partecipanti. Questo evento è soprattutto un’opportunità, per gli imprenditori e i manager che saranno in sala, di incontrare altri imprenditori ed avere con loro un momento di costruttivo confronto, ed è inoltre una preziosa possibilità per avere un colloquio diretto con il professor Kotler, che sarà a disposizione dei partecipanti».

Video presentazione PKMF 2017 di Nexo Corporation Srl su Vimeo.

 

Il PKMF è un’utile riflessione per comprendere come la riduzione degli sprechi non si riconduca solo a un’etica aziendale, ma anche a un processo finalizzato a far rientrare le perdite, minimizzare i costi e aumentare il fatturato in un periodo in cui le imprese sono sempre più chiamate a tener conto della disruptive technology e del dialogo costante fra brand e clienti. Chissà cosa avrà da raccontarci quest’anno il professore più visionario del marketing moderno?

Rivista settimanale online di business e marketing. Raccontiamo le storie e le interviste di chi ce l'ha fatta, curiosità e consigli pratici per iniziare e migliorare la tua attività professionale