single.php

PLAYER

Gemanco Design, Dalla Puglia ai Paesi del Golfo per personalizzare gli ambienti

di  | 

Immaginate di personalizzare le vostre case, le pareti, i vostri arredi secondo i vostri gusti o di camminare per strada e osservare le facciate dei palazzoni trasformate in immagini. È quello che fa Gemanco Design, la startup pugliese che da un anno e mezzo, da quando è nata, trasforma gli ambienti in cui viviamo e lavoriamo in qualcosa di unico e irripetibile con le sue collezioni di mosaico in resina che, spessa 2-3 mm, consente ristrutturazioni veloci evitando la rimozione di materiali esistenti e la possibilità di utilizzo su piani irregolari, carte da parati e le decorazioni in stampa UV.

“Un servizio personalizzato ci fa sentire persone speciali”, così scriveva ne La Mucca Viola l’imprenditore e marketer Seth Godin. I colori e le immagini influenzano il nostro stato emotivo, ci trasmettono energia e positività rendendoci protagonisti: stimolano la creatività. Finora hanno realizzato molti lavori in Puglia e in Italia, ma “all’estero sono più ricettivi nell’utilizzo di materiali innovativi” scegliendo l’azienda pugliese per personalizzare gli spazi.

Mosaico in resina Gemanco Design

Un particolare del mosaico in resina

PugliaNext ha intervistato Nicola Rubino, general manager di Gemanco Design che ha raccontato le novità dell’azienda e il lavoro di squadra che si cela dietro queste tessere in resina ultraleggere (1,2 kg per mq) e adattabili a qualsiasi supporto (legno, ceramica, tessuti, pellami e altro) lavabili, adatti per esterno non temendo raggi UV e sbalzi di temperatura.

 

Gemanco Design: gli spazi trasformati in una “Wall Experience”

Domanda. Quali figure professionali sono impegnate nella realizzazione dei prodotti?

«Abbiamo due graphic designer che si occupano di portare poi il progetto anche in stampa, un product manager e due risorse nella parte produttiva e una nella parte commerciale. Abbiamo anche collaborazioni con architetti esterni».

 

Gemanco Design ha creato anche un’app. Qual è la sua funzione?

«La funzione dell’app è di creare la curiosità, l’utente può divertirsi creando delle personalizzazioni e ambientazioni differenti. È uno strumento di lavoro anche per gli operatori del settore, uno strumento che gli permette di visualizzare in tempo reale un’idea di personalizzazione per far capire all’utente cosa è possibile realizzare con le nostre collezioni».

Carta da parati Gemanco Design

Un esempio di una carta da parati personalizzata

La vostra azienda parteciperà a “Maison & Object”, la fiera internazionale di moda e design in programma a Parigi dal 2 al 6 settembre. Quali novità presenterete?

«Un’anticipazione della collezione del 2017, una parete che porteremo per l’occasione, ad alto impatto visivo di grande curiosità e che stiamo creando. Cercheremo di racchiudere in pochi metri le sue potenzialità».

Da dove ricevete maggiori richieste?

«Le richieste maggiori arrivano dall’Australia e dai Paesi del Golfo. L’estero è più ricettivo e “rischia” nell’utilizzo di prodotti innovativi. Sono più sfrontati nel loro utilizzo. Abbiamo realizzato anche diversi lavori in Puglia e in collaborazione con musei, show room. Abbiamo bisogno di tempo per far capire le potenzialità».

LEGGI ANCHE: Premio ARCo al Politecnico di Bari per il restauro di Craco

Gemanco Design e l’Ordine degli Architetti insieme per la formazione

Il 20 settembre parte il primo ciclo di appuntamenti che si svolgeranno in azienda e si rivolgerà principalmente ad architetti, geometri, ingegneri edili, imprese di costruzione e a tutto il mondo edile in generale.
La giornata di formazione professionale, dal titolo “Il futuro della ristrutturazione tra innovazione e design”, si terrà presso la Sala Conferenze della Gemanco Design a Modugno ed è stata organizzata dall’Ordine degli Architetti di Bari in collaborazione con Gemanco Design e IDEAcademy, dipartimento creativo di Sudformazione SRL, ente di formazione accreditato presso la Regione Puglia per la realizzazione di percorsi formativi finalizzati alla acquisizione di competenze chiave per l’inserimento lavorativo, nei settori dell’industria grafica e creativa.

 

«Rilascerà crediti agli architetti, -continua il general manager della startup pugliese- e nasce con l’idea di far coinvolgere anche i giovani creativi che studiano design. Lanceremo una campagna, un contest chiedendo ai designer di creare una parete all’interno di un capannone che abbiamo con dei premi che riveleremo in seguito. Romina Ripani, la sales manager,  si occuperà della parte tecnica in collaborazione con l’architetto Lorenzo Remedi di Tratto 09, Best Lux che si occupa di illuminotecnica industriale che noi personalizziamo ed Enrico Giovannelli, product manager di TecnoShops che si occupano di contract e creano layout (customizzati chiavi in mano, ndr) per negozi e grandi marchi nel mondo».

Giornalista e docente di visual e content marketing per le imprese e nei corsi professionali. Si occupa di comunicazione web, graphic design e copywriting.