single.php

PLAYER

Economia collaborativa, Casey Fenton ospite a Heroes meet in Maratea

di  | 

Una storia che parla di libertà e aiuto reciproco e di economia collaborativa è quella di Casey Fenton, l’ideatore di Couchsurfing, una rete sociale di scambio gratuito di ospitalità che rivoluziona il mondo dei viaggi .

Economia collaborativa, Casey Fenton ospite a Heroes meet in Maratea

Fenton sarà ospite a Heroes, meet in Maratea il 23 settembre per raccontare la sua esperienza e la sua intuizione imprenditoriale di fiducia e condivisione in occasione della premiazione dell’Heroes Prize Competition.

La sua storia sarebbe materia di un romanzo di avventure giovanili, eppure solo nel 1999 il giovane informatico del New Hampshire decise di partire per l’Alaska.

Come nasce Couchsurfing e l’idea di economia collaborativa che anticipò i tempi

Come tutti i giovani agli esordi non aveva i soldi necessari, ma la voglia di imbarcarsi per quell’avventura era più grande. Così cercò una soluzione apparentemente semplice. Inviò delle mail a 1500 studenti dell’università di Reykjavik, la capitale del Paese chiedendo ospitalità. In molti risposero e da lì il giovane ebbe l’intuizione che ancora oggi Couchsurfing, anche a distanza di anni, è la prima piattaforma della categoria come numero di iscritti.
Il progetto, lanciato ufficialmente nel 2004, coinvolge una community di 12 milioni di persone provenienti da tutto il mondo.  È possibile trovare, in 200 mila città, un iscritto della comunità disposto a dare ospitalità a un viaggiatore che è in cerca di alloggio e ospitalità.  Gli iscritti entrano in contatto con 550 mila eventi. Questi numeri confermano la piattaforma come pilastro dell’economia collaborativa a livello internazionale.

 

L’intuizione di Casey Fenton si basa sulla richiesta di ospitalità tra “host” (ospitante) e richiedente ospitalità su dei parametri di sicurezza tra cui valutazione degli utenti, la completezza del profilo degli iscritti, la disponibilità di ospitare o essere ospitati e la registrazione delle comunicazioni per evitare abusi di utilizzo della piattaforma.

 

Il modello organizzativo della piattaforma anticipa di molto la sharing economy che coinvolge, da un po’, molti settori e si basa sulle nuove tendenze dei millennials che guidano i cambiamenti epocali. Di sicuro piace ai suoi 850 mila fan su Facebook.

Rivista settimanale online di business e marketing. Raccontiamo le storie e le interviste di chi ce l'ha fatta, curiosità e consigli pratici per iniziare e migliorare la tua attività professionale