single.php

PLAYER

Cosa fa un architetto? L’architettura del futuro incontra il marketing

di  | 

Quando pensiamo all’architetto siamo spesso legati allo stereotipo del professionista che disegna o progetta edifici. Ma cosa fa un architetto? In realtà fa anche questo ma il futuro dell’architetto è in mutamento, come tutte le professioni è esposto a cambiamenti.

Fare architettura oggi significa incontrare e adeguarsi, come tutte le professioni, alla disruptive technology, al marketing e alle nuove esigenze dei clienti.

Essere architetti significa anche progettare gli spazi dove lavoriamo, dove accoglieremo i nostri clienti per aumentare la customer experience e di conseguenza aumentare le vendite e adattare i punti vendita alle esigenze attuali per “essere al passo coi tempi” e con l’innovazione dei grandi store.

LEGGI ANCHE: Come saranno i negozi del futuro? Scoprilo al Forum Retail 2016
Per comprendere il lavoro dell’architetto come sia cambiato, PugliaNext ha intervistato Claudio De Leo interior designer e ideatore di Pleroo Design, studio di architetti e designer di Gioia del Colle che lavora in Puglia e non solo con una metodologia innovativa ed ecosostenibile. Oltre all’architetto Luca Giampetruzzi e al designer Sandro Indellicati, Pleroo si avvale anche della collaborazione di creativi esterni.

Pleroo (dal greco, riempire lo spazio) nasce nel 2008 grazie a un intuizione di Claudio De Leo : portare nella progettazione d’interni un modello di approccio ecosostenibile.

Domanda. Quali fattori tenete in considerazione per i vostri lavori?

«I fattori principali che teniamo in considerazione sono collaborazione, ricerca e unicità. In primis la collaborazione con professionisti e artigiani, ci permette di avere rapporti continuativi con figure essenziali per portare a termine ogni nostro lavoro sempre ai massimi livelli.
La continua ricerca dei materiali, forme e idee in giro per il mondo ci porta a concentrarci con passione sui dettagli e a rendere ogni nostro lavoro unico».

A cosa vi ispirate? Qual è la Vostra filosofia di lavoro?

«La maggior parte delle nostre idee nasce dopo uno studio personalizzato che vede coinvolto il cliente in prima persona : partiamo dalla sua storia e da una analisi dello spazio in cui vivrà la sua attività.
Veniamo continuamente ispirati dalle artigianalità pugliesi che ci permettono di prototipare arredi con i più svariati materiali : dal legno alla ceramica, dalla pietra al ferro, ecc.».

 

Il lavoro dell’architetto incontra il retail marketing

Cosa fa un architetto oggi che c’è un cambiamento? E perché ci si dovrebbe affidare a un architetto per realizzare dei punti vendita?

Essere architetti oggi significa «sbloccarsi dai dogmi accademici e iniziare a progettare con il cuore, aggiornandosi continuamente sulle nuove tendenze e stili.
È importantissimo progettare con occhi diversi per riuscire a unire funzionalità ed estetica e offrire sul mercato un prodotto differente, personalizzato e contemporaneo.
Inoltre è fondamentale che alla base di ogni realizzazione di punti vendita ci sia una collaborazione con agenzie di comunicazione che lavorino di pari passo con l’architetto e il designer al fine di coordinare al meglio il progetto nella sua globalità».

Essere architetti oggi

Esempio di architettura e retail marketing, lavoro di Pleroo Design

Lo studi di architetti e designer pugliesi si occupa, oltre che di progettazione e arredo di spazi privati, anche di spazi pubblici, store, showroom, spazi turistici e molto altro che abbia a che fare con clienti in target.
Come scegliete gli arredi o i lavori, materiali e la realizzazione finale? Accontentate il cliente o i clienti del vostro cliente?

«La progettazione in 3D ci permette di trasmettere al cliente la nostra idea in maniera più diretta, i nostri render sono sempre molto vicini a quello che andrà poi realizzato.

Progettiamo gli spazi per “il cliente del cliente” perché, soprattutto nel settore turistico-ricettivo, ci teniamo a dare il massimo comfort e la massima flessibilità agli ambienti per far vivere un’esperienza multisensoriale che vada di pari passo con il concept dell’attività.
Creiamo, inoltre, delle “Cartelle Materiali” per ogni nuovo lavoro che ci permettono di avere sottocchio gli accostamenti cromatici che andiamo a proporre al cliente».

 

Prec1 di 2
Usa le ← → frecce per leggere

Direttore responsabile del Settimanale online PugliaNext. Giornalista pubblicista, si occupa di web, graphic design e copywriting.