single.php

PLAYER

Cambiare il naming: conviene e quando farlo

di  | 

Quando conviene cambiare naming? E perché farlo?

Sicuramente un brand già affermato con il suo naming sarà restio al cambiamento e tale azione sarà, quasi sempre, dettata da forzature necessarie. Un esempio potrebbe essere la volontà dell’azienda di rendere ancor più risconoscibile un prodotto e aumentare la sua brand awarness staccandosi dal vecchio naming. Un altro esempio di renaming potrebbe essere una scissione aziendale, una nuova acquisizione o eliminare i diversi brand name per aumentare la notorietà della marca anche nei diversi paesi.

Cambiare il naming: conviene e quando farlo

Sicuramente ricorderete Omnitel che diventò Vodafone, la SIP che si trasformò in Telecom, il pannolino Lines che diventò HUGGIES cambiando anche la mascotte.

Come si cambia il naming?

È un processo innanzitutto graduale che deve andarsi a sostituire nella riconoscibilità delle persone. La stessa emotività scaturita i determinato prodotto deve sortire lo stesso effetto anche in quello con nome nuovo di zecca. Lentamente il nuovo nome accompagna il vecchio nome, faranno il resto i grossi investimenti pubblicitari che poi serviranno per rinforzare la riconoscibilità del brand e del marchio associato.

Esclusi i casi di scissioni o fusioni aziendali, la maggior parte degli altri casi potrebbero prevedersi? Ecco perché sarebbe consigliabile scegliere il naming e mantenere quello, salvo eccezioni particolari s’intende.

Rivista settimanale online di business e marketing. Raccontiamo le storie e le interviste di chi ce l'ha fatta, curiosità e consigli pratici per iniziare e migliorare la tua attività professionale