single.php

NEXT

Pokémon Go. E se il tuo negozio diventasse un PokéStop?

di  | 

Pokémon Go è il fenomeno degli ultimi tempi dei giochi che sfruttano la realtà aumentata. Progettato da Niantic, spin off di Google ed esperto di augmented reality (AR), in collaborazione con la società nipponica The Pokemon Company, di cui Nintendo è azionista di entrambe. Le abbiamo sentite tutte su Pokémon Go, tra sostenitori e detrattori, tra possibili rischi (alcuni già accaduti) e fenomeno di massa che coinvolgerebbe le persone alla caccia dei simpatici Pokémon in giro per la città. Con la payoff “Gotta Catch’ Em All”, “Acchiappali tutti” in massa si sono mobilitati per catturare i Pokémon e allenarli per le sfide future. Come ogni cosa, la verità è nel mezzo, può essere un bel gioco di intrattenimento o una mania, dipende dall’uso che se ne fa.

Pokémon Go e retail: E se il tuo negozio diventasse un PokéStop?

Ma cosa avrebbe a che fare il gioco con i negozi?
Pokémon Go utilizza in sostanza la stessa tecnologia del proximity marketing che avviserebbe con una vibrazione il giocatore che è nelle vicinanze di luoghi reali che si identificano con una Palestra o in un PokéStop. Niente di più semplice e coinvolgente che sembra superare le applicazioni location based che molti hanno ignorato.

Cosa sono le Palestre e i PokéStop?

Fino al livello cinque, l’obiettivo del gioco è “raccogliere i Pokémon” nel Pokédex, ma successivamente si deve entrare e a far parte di una squadra (rossa, blu e gialla) e ci si allena a diventare la squadra più forte nelle Palestre per sfidare altri giocatori, la Palestra rappresenta il prestigio per i giocatori. I PokéStop, invece, sono i luoghi di interesse generati autonomamente dal gioco e geolocalizzati nelle vicinanze o all’interno di luoghi pubblici e privati riconosciuti come ritrovi culturali, teatri, piazze, monumenti e altro. Un’icona blu identifica i PokéStop e cliccando su il sistema avvisa il nome del luogo dando un’anteprima. Una volta giunti nei pressi di un PokéStop esso si attiva e con un movimento di slide laterale, il giocatore otterrà oggetti virtuali utili alla crescita dei propri Pokémon.

Pokémon Go, fai crescere la tua brand awarness

Attualmente non è possibile richiedere al gioco di registrarsi come Palestre o PokéStop, non sappiamo se in futuro potrà cambiare qualcosa come la creazione di “luoghi sponsorizzati”, ma la tua strategia di marketing potrebbe essere quella di capire se la zona identificata come Palestra o PokéStop dal sistema crea interesse nella tua area.
E a meno che tu non abbia la tua attività sperduta nelle campagne, perché lì avresti difficoltà, potresti utilizzare l’interesse per il gioco a vantaggio della tua presenza.
Sarebbe un modo per incrementare l’engagement verso il tuo brand, per aumentare la brand awarness (notorietà del marchio) e la loyalty (la fedeltà). In che modo? Con cartelli esposti, con promozioni, gadget per la squadra di una o l’altra Palestra, possibilità di scattare selfie o foto con gli hashtag trend, foto del Pokémon o della squadra coinvolgendo gli avventori piuttosto che cacciarli imbufalito, che ne pensi?

 

Rivista settimanale online di business e marketing. Raccontiamo le storie e le interviste di chi ce l'ha fatta, curiosità e consigli pratici per iniziare e migliorare la tua attività professionale