single.php

NEXT

La Confartigianato alla Fiera del Levante con un padiglione permanente per gli artigiani

di  | 

Le micro imprese sono una risorsa e lo sa bene La Fiera del Levante che ha ospitato il 15 settembre un convegno nazionale dal titolo 70 anni di Confartigianato: un modello per la coesione sociale e la valorizzazione del capitale umano.

Sono infatti 70 le primavere della Confederazione Nazionale dell’Artigianato, che in Fiera ha inaugurato la nuova sede pugliese alla presenza del presidente di Confartigianato Puglia Francesco Sgherza, del presidente nazionale di Confartigianato Imprese, Giorgio Merletti, dell’assessora allo Sviluppo economico della Regione Puglia Loredana Capone e dell’assessora allo Sviluppo economico del Comune di Bari Carla Palone, e del presidente della Camera di Commercio di Bari Sandro Ambrosi.

La Confartigianato alla Fiera del Levante con un padiglione permanente

L’80esima edizione della Fiera del Levante è stata l’occasione per inaugurare il nuovo padiglione di Confartigianato Bari, un open space interamente dedicato al mondo dell’imprenditoria artigiana e alle sue iniziative culturali, creative, didattiche ed economiche. Da questo momento anche i maestri artigiani, i designer e i creativi potranno esporre in una location esclusiva, per commercializzare e promuovere le produzioni artigiane pugliesi.

“Serve uno sforzo in più anche a livello centrale: il PIL italiano è tornato in positivo dopo tre anni di recessione – dichiara il -, ma c’è ancora tanto lavoro da fare, soprattutto in Puglia, dove è necessario dare nuovo impulso alle micro e piccole imprese, il vero tessuto connettivo della nostra regione e del Paese.
Le microimprese fino a 20 addetti rappresentano il 98,3 % del totale in Italia e il 56,9% in termini di forza lavoro, mentre per la Puglia il dato è ancora più significativo: il 98,9 del totale con il 73,5% della forza lavoro. È partendo da questi dati che va pianificata la politica industriale italiana, perché -ha chiarito Sgherza- i nostri 20mila associati pugliesi sentano forte il vento della ripresa”.

Secondo l’assessore regionale allo Sviluppo economico Loredana Capone “le piccole imprese in Puglia non sono mai state così attive. Insieme con le medie imprese stanno avviando investimenti per quasi 500 milioni con il Titolo II e Titolo II Turismo, due incentivi regionali della nuova programmazione. È un risultato che non avremmo mai immaginato. Non solo è particolarmente elevato il valore della domanda, – ha concluso l’assessore Capone – ma le imprese piccolissime, piccole e medie affiancano per valore della domanda di investimento con questo solo incentivo le grandi industrie e le multinazionali”.

Gli ultimi dati di Confartigianato riferiscono dati positivi per la Puglia che nel 2015 registrava il prodotto interno lordo cresciuto solo dello 0,2 per cento. Più in generale, l’industria manifatturiera del Mezzogiorno ha accusato, nel periodo più duro della crisi (2008-2014), una contrazione del 33,8 per cento, a fronte di una flessione più modesta (-13,3 per cento) registrata nel resto del Paese. Confartigianato, pur dipingendo un 2015 complessivamente positivo per il Mezzogiorno, colloca la Puglia tra le regioni che non sono riuscite ad agganciare la ripresa. I dati dimostrano che sono le micro e le piccole imprese a rappresentare la componente più vitale del nostro tessuto produttivo. Sono i piccoli imprenditori e gli artigiani i più propensi a fare investimenti, a innovare e avventurarsi in nuovi mercati.

La fiera del LEvante registra un incremento delle visite del 10% rispetto al 2015

La fiera del levante aumenta le visite rispetto al 2015

La Fiera del Levante quest’anno ha registrato 49 mila 600 presenze complessive nella giornata di sabato 17, “questi sono solo i dati parziali, ma il dato fondamentale – dichiara il Commissario straordinario Antonella Bisceglia – è che i quasi 55 mila ingressi comprensivi degli spettacoli nella sola giornata di sabato sono un traguardo superiore al dato registrato negli ultimi 6 anni, con un incremento di visitatori paganti del 10% rispetto allo scorso anno. Questo si traduce in maggiori incassi, il risultato di una politica commerciale che funziona, e che ha trovato riscontro nell’entusiasmo degli espositori, pugliesi e non. Il ruolo della Fiera come attrattore turistico è anche suffragato dall’affluenza di visitatori da fuori regione, che fa il paio con le partnership avviate con gli espositori. L’Ente infatti non è un semplice locatario di spazi, – conclude Bisceglia – ma un “collega” affidabile per chi decide di investire nella Campionaria e nelle specializzate durante il resto dell’anno”.

Rivista settimanale online di business e marketing. Raccontiamo le storie e le interviste di chi ce l'ha fatta, curiosità e consigli pratici per iniziare e migliorare la tua attività professionale