single.php

NEXT

Cannabis terapeutica, Let’s Weed ti aiuta a trovare il medico e le farmacie

di  | 

Cannabis terapeutica, dalla Puglia, già sensibilizzata dal lontano 2014 per l’uso terapeutico della pianta, parte la startup Let’s Weed la piattaforma che aiuta a trovare i medici che prescrivono la cannabis a uso terapeutico e le farmacie che la vendono. Nel corso del 2015 i circa 300 pazienti pugliesi hanno fatto uso di 44 chili di cannabis sotto varie forme terapeutiche, provenienti dall’Olanda (fonte cannabisterapeutica.info).

Let’s Weed è la startup fondata da Antonio Pierri e Stefano Rosato il 23 Gennaio 2016 a Copertino, Lecce. È la storia di due amici: un ingegnere gestionale e di un analista programmatore che decisero nell’aprile del 2015 di unire le proprie competenze in un progetto ad alto impatto sociale.
Entrambi amano lo sport, la vita sana e sono animati dal desiderio di migliorare una parte del sistema sanitario offrendo dei servizi di supporto innovativi e di facile accesso.

“Per raggiungere questo scopo -raccontano i due startupper a PugliaNext- fu subito evidente che era necessario individuare una “nicchia di mercato” in cui collocarsi in quanto quello sanitario è un settore troppo grande, variegato, complesso e molto competitivo”.

Antonio ha pensato a Let’s Weed di notte tra fasi di sonno e di improvvisi risvegli, abbozzando l’idea su un foglio di carta che era solito lasciare sulla sua scrivania.
Era l’Aprile 2015 quando Antonio ebbe l’idea che servizi nel settore sanitario a cui stavano pensando dovevano riguardare la cannabis terapeutica e subito Stefano sembrò interessato.

Avrebbe consentito di dare alla loro idea un’identità ben precisa e di operare in un settore completamente nuovo e dai bisogni ancora insoddisfatti.
La prima versione di Let’s Weed fu messa online in soli 7 giorni nell’Aprile 2015, come anteprima di un progetto in fase di sviluppo e che sarebbe stato presentato nella versione completa dopo pochi mesi.

 

Cosa è Let’s Weed e Come funziona la piattaforma?

Let’s Weed è l’unica piattaforma italiana che offre servizi di supporto all’uso terapeutico della cannabis ed è anche un marchio registrato in Europa.
Offre servizi innovativi, di facile accesso e ad alto impatto sociale. Si rivolge a tutti i medici che prescrivono terapie a base di cannabis, le farmacie che la vendono e tutte le persone interessate.

«Ci rivolgiamo soprattutto a persone affette da patologie più o meno gravi -raccontano a PugliaNext- in quando al momento in Italia la cannabis è legale solo per uso medico e previo ricetta.
A seguito di una registrazione gratuita Let’s Weed fornisce un account personale che consente la ricerca istantanea dei medici, farmacie e prodotti più vicini alla persona interessata.
Inoltre è possibile trovare persone che condividono lo stesso interesse per patologie trattabili con cannabis terapeutica come la sclerosi multipla, tumore, dolore cronico ecc…
Let’s Weed è una vera e propria struttura organizzativa che aggrega, interconnette e mostra l’intero scenario della cannabis terapeutica in Italia consentendo l’interazione di chi è iscritto.
I medici e farmacie registrate a Let’s Weed sono, inoltre, sottoposte ad un doppio controllo per verificarne la professione, identità e garantire in questo modo un ambiente sano e sicuro al 100%.
Anche le varietà di cannabis e i prodotti mostrati sulla piattaforma sono sicuri in quanto autorizzati e certificati dal Ministero della Salute».

Cannabis terapeutica

La prima cannabis terapeutica prodotta dallo stato italiano

«Il nostro team è sempre a lavoro per sviluppare nuovi servizi e di recente abbiamo implementato un vero e proprio Store con decine di migliaia di pagine dedicate alle varietà di cannabis autorizzata dal Ministero della Salute italiano: Bedrocan, Bediol, Bedica, Bedrobinol, Bedrolite.
A queste varietà si aggiungerà anche la prima cannabis prodotta dallo Stato Italiano (varietà FM2 e FM19) e con il suo imminente arrivo Let’s Weed mette a disposizione un’importantissima struttura organizzativa in grado di connettere in rete tutte le farmacie che la venderanno.

La piattaforma è in grado di mostrare tutti i prodotti a base di cannabis terapeutica disponibili in ogni Regione e Provincia d’Italia, grazie ad un sofisticato motore di ricerca e un accurato sistema di filtri che consentono di trovare prodotti galenici quali: capsule, cartine, collirio, estratti e gel.
Al momento lo Store non offre la possibilità di acquistare online i prodotti ma è possibile prenotarli contattando direttamente le farmacie registrate che mettono in vendita il prodotto desiderato».

 

Let’s Weed: mettiamo al centro le persone e la salute

«Let’s Weed ha una mission chiara e precisa “aiutare le persone a vivere meglio ed essere più felici” che risuona al motto Let’s Go, Let’s Weed.
I servizi offerti sono tutti all’insegna della salute, del benessere e dell’utilità sociale.
Al momento ci rivolgiamo solo a persone affette da patologie più o meno gravi perché in ambito cannabis quello terapeutico è l’unico settore che in Italia è stato legalizzato.
Se ci dovesse essere un’apertura al consumo della cannabis anche per fini non prettamente terapeutici la piattaforma è già pronta per aggregare tutte le nuove realtà che nasceranno (negozi e cannabis social club) e che soddisfano i requisiti di qualità e di sicurezza di Let’s Weed.
Crediamo che la voglia di stare bene ed essere felici accomuni tutti, siano essi consumatori di cannabis per fini terapeutici o ricreativi, ed è per questo che continueremo a mettere al centro dei nostri servizi le persone, la salute e continueremo a fare tutti i controllo necessari per garantire un ambiente sano e 100% sicuro».

Marijuana terapeutica: diritto alla salute

La marijuana terapeutica è usata per malattie come la sclerosi, i tumori, terapie del dolore e sono numerose le ricerche mediche che lo confermano ma resta difficile reperire la cannabis a uso terapeutico e trovare i medici che la prescrivono e le farmacie che la vendono.

«Utilizziamo un approccio “open” in quanto crediamo che, soprattutto quando si parla di salute, sia molto importante condividere la conoscenza per offrire servizi utili ed innovativi.
Siamo propositivi e aperti al dialogo con tutti coloro che possono contribuire positivamente alla sviluppo e al miglioramento della piattaforma. A tal proposito abbiamo aperto la casella di posta feedback@letsweed.com per ricevere suggerimenti e consigli che prendiamo sempre in seria considerazione.
Let’s Weed è a disposizione di tutti ed è apartitica e apolitica in quanto guardiamo alla salute in senso lato e mettiamo le persone al centro dei servizi offerti.
Sono proprio le persone che utilizzano la piattaforma ad essere il principale motore per la sua diffusione.
Quando ci scrivono per ringraziarci perché con i servizi messi a disposizione non devono più fare viaggi lunghissimi per comprare la cannabis terapeutica oppure quando un padre di una bambina di 2 anni malata grazie a noi ha trovato un medico che la prescrive e non deve più fare la caccia al tesoro per trovare ciò di cui ha bisogno, capiamo che stiamo facendo grandi cose e la strada è quella giusta».

Sulle nuove norme sulla legalizzazione in Italia della Cannabis se ne discute il 25 luglio alla Camera con la proposta di legge. È la prima volta in Italia, dopo il fallimento della Fini-Giovanardi che si affronta l’emergenza sull’inutilità del proibizionismo, in seguito alla discussione anche delle Commissioni di Giustizia e Affari Sociali con l’audizione degli esperti per un’indagine conoscitiva in merito alla proposta di legge per la legalizzazione, la lavorazione e la vendita della cannabis e dei suoi derivati, per uso personale, e terapeutico come porta avanti da tempo l’Associazione LapianTiamo di Racale.

 

Rivista settimanale online di business e marketing. Raccontiamo le storie e le interviste di chi ce l'ha fatta, curiosità e consigli pratici per iniziare e migliorare la tua attività professionale