single.php

NEXT

7 stilisti emergenti nella kermesse di moda, Torna il Fashion Puglia 2017

di  | 

Torna il 5 agosto ad Ostuni Fashion Puglia 2017 la kermesse di moda per gli stilisti emergenti.
Fermati. Amala. 
è il claim della quinta edizione dell’attesa passerella dedicata alla moda e ai giovani fashion designers italiani.

La passerella di FashionPuglia 2017 vedrà sette giovani stilisti provenienti da tutta Italia con capsule e generi differenti pronti a esprimere al grande pubblico il proprio universo di moda donna. Francesca Derinaldis di Francavilla Fontana (BR), con la capsule Freeda dedicata a Frida Khalo; Maria Grazia Di Donato di Sant’Antimo (NA), con una collezione dalle forme e colori ispirate a The Mexican Way; Dimitar Dradi di Misano Adriatico (RN) e le creazioni origami dal titolo The Crown of Love; Vincenza Lacava di Praia a Mare (CS), con la collezione Sculture Tessili Indossabili; Marta Maggioni di Lecce, e la sua collezione dedicata al mito di Elaphìna; Ilaria Novarese di Ozzano Monferrato (AL) e la sognante capsule Violet, Giulia Pierangeli di Maiolati Spontini (AN) con una reinterpretazione della camicia di forza nella DeCostrizione collection.

Oltre 130 capi di moda femminile. L’appuntamento si arricchisce inoltre di collaborazioni e partner a supporto della giovane moda emergente e della moda etica.

La bellezza dell’abito Crimson, realizzato dal duo siciliano Simone Bartolotta – Salvatore Martorana vincitore di FashionPuglia16, quest’anno diventa il simbolo di un evento – quale FashionPuglia – dedicato alla creatività in moda. La plasticità delle forme, l’accuratezza delle applicazioni e la capacità di farsi splendidamente indossare gridano al  mondo un solo messaggio: la moda emergente richiede tutta la nostra attenzione.

Ancora una volta, la giovane moda emergente made in Italy si incontra dunque al Sud e scende in piazza, aspettando di essere osservata nonché amata in un nuovo scenario di spettacolo, emozioni e magia grazie anche alla presenza del Circo Bianco di Roma.

Per il secondo anno consecutivo Jo Squillo condurrà la serata e l’intera piazza alla scoperta delle nuove creazioni di moda. Tra gli ospiti musicali ci saranno Numa e Phil Palmer, chitarrista del jazz e rock britannico, tra i più noti turnisti internazionali e fondatore dei Dire Straits Legacy. E proprio alla storica band rock si rifarà il suo medley tutto chitarra, accompagnato dalla voce di Numa, sua compagna nella vita e sulle scene musicali.

 

La nuova edizione vede la collaborazione di Angelo Inglese, il sarto e camiciaio più corteggiato al mondo, della prestigiosa Sartoria Inglese di Ginosa, che visiona in anteprima le creazioni dei giovani stilisti prima della passerella.

In giuria: lo stilista Gianni Molaro, già considerato profeta dell’Art Couture, nonché tutor per l’Accademia della moda di Detto Fatto su Rai2; la fashion creative director e senior designer Biancamaria Gervasio, originaria di Molfetta, già definita astro nascente della moda italiana; insieme al Responsabile Nazionale di Federmoda, Antonio Franceschini.

In premio per il vincitore: la realizzazione del proprio catalogo di moda. Per tutti la possibilità di vincere il Titolo Miglior Bozzetto e il Premio Critica. Le accademie moda inoltre scommettono sui giovani stilisti mettendo in palio: un corso in Fashion Design offerto dalla Calcagnile Academy e un corso in Prototipia industriale 3D con software LECTRA offerto dall’Accademia Sitam. Per uno tra gli stilisti emergenti in gara la possibilità di essere selezionato per uno stage presso Rossorame, brand pret-à-porter di alta gamma, in collaborazione con l’Associazione Apulia Fashion Makers. New entry il premio messo in palio da Serikos Collezioni & Tessili di Como, l’azienda dell’imprenditore Beppe Pisani che assegna una fornitura di tessuti del valore pari a mille euro al giovane stilista che si distinguerà per innovazione e qualità dei materiali.

Sfilano inoltre le collezioni delle scuole di moda pugliesi: Accademia De Rubertis (Taranto) con una collezione ispirata alla tradizione sartoriale più classica fatta di abiti cuciti e ricamati a mano; Accademia Sitam (Lecce), che abbina il Black & White a linee e figure geometriche optical, declinandolo in due linee agli antipodi: Street Style e Haute Couture; Calcagnile Academy (Lecce), che porta in passerella la capsule Lèg-àmi, le cui nuances calde e avvolgenti traggono spunto dagli arazzi di Afro Basaldella;

Ancora spazio alla moda femminile con: la raffinata eleganza del brand emergente Maria Ancona (Locorotondo); la linea di Tessuti Couture firmata Emilia Lepore per 8 L E (Bari); la Gala Collection di Antonio Monopoli (Carovigno); la capsule floreale di Massimo Orsini Collezioni (Mesagne); la donna di memoria felliniana presentata da Vincenzo Pisciotta (Napoli).

Tra i partner di quest’anno: African Fashion Gate, che presenterà in passerella il progetto African Fashion Therapy – Guarisco dalla testa, con la sfilata dei copricapo realizzati a quattro mani da Anggy Haif (stilista francese) e Massimo Orsini (stilista italiano) e indossati da alcune pazienti in cura nel reparto oncologico dell’ospedale Perrino di Brindisi. Inoltre durante la serata sfileranno i Cigni Neri di African Fashion Gate, al fine di affermare l’importanza delle pari opportunità per le modelle di colore nel fashion system. L’associazione AFG aprirà i lavori sin dalle ore 10 di sabato 5 agosto a Brindisi presso Palazzo Granafei Nervegna, presentando il Congresso Mondiale delle Donne, della Moda e del Design dal titolo: La Moda Veste La Pace .

Rivista settimanale online di business e marketing. Raccontiamo le storie e le interviste di chi ce l'ha fatta, curiosità e consigli pratici per iniziare e migliorare la tua attività professionale