single.php

GO

Spreco alimentare, Un’app per risparmiare sulla spesa

di  | 

Come si può arginare il fenomeno dello spreco alimentare? Ogni anno quasi 16 miliardi di cibo commestibile (dati dell’Osservatorio Waste Watcher di Last Minute Market/SWG) sono buttati via. Quindi non si parla solo di cibo sprecato ma anche di un aumento di rifiuti.

Con questa idea è nata MyFoody, un’app scaricabile su smartphone e in grado di localizzare i supermercati che aderiscono con un’apposita area con i prodotti in offerta e scontati.

Di cosa si tratta? È possibile acquistare prodotti vicini alla scadenza risparmiando sul prezzo finale.

Spreco alimentare, Un’app ti informa i prodotti in scadenza per risparmiare

Cosa succede quando la tecnologia si presta a migliorare la vita quotidiana non solo dei consumatori ma anche delle imprese in un settore come quello della distribuzione alimentare che attualmente riporta anche un’altra problematica come quella dell’accesso al cibo per tutti.

Con questa filosofia nascono due sezione dell’app che coinvolge il no profit e il business.

 


LEGGI ANCHE:  Food Marketing: come scegliere le strategie di business


 

Il no profit per sostenere le associazioni che aiutano chi ha bisogno di cibo. Sono diverse le associazioni che operano per il reintegro, il supporto per chi vive ai margini della società e ha difficoltà a soddisfare il bisogno primario come quello di nutrirsi.

L’iscrizione all’app nella sezione business, inoltre permette ai negozianti di inserire in tempo reale offerte “last minute” su prodotti in sconto che sarebbero a rischio spreco perché in prossimità di scadenza, aumentare si conseguenza le vendite e rilanciare l’immagine del negozio che avrebbe la giusta visibilità per aver adottato un’iniziativa utile che avrà un impatto sullo spreco e i costi.

MyFoody ha partecipato all’ultimo Forum Retail 2016 (iKN Italy) per discutere sulle innovazioni instore.

La tecnologia e l’etica contro lo spreco alimentare: sì ma serve più sensibilizzazione

Tecnologia, etica e business sostenibile sono i fattori chiave per l’imprenditoria, ma serve più sensibilizzazione e conoscenza da parte dei consumatori e dei negozi per arginare il fenomeno dello spreco alimentare: l’unione fa la forza.

Rivista settimanale online di business e marketing. Raccontiamo le storie e le interviste di chi ce l'ha fatta, curiosità e consigli pratici per iniziare e migliorare la tua attività professionale