single.php

GO

MADE IN ITALY da tutelare, La prima certificazione di “italianità” dei ristoranti all’estero

di  | 

Il 27 settembre ASACERT e Coldiretti hanno siglato, alla presenza del ministro dell’Agricoltura Teresa Bellanova, il protocollo ITA0039 | Italian Taste Certification per identificare e proteggere i ristoranti italiani all’estero dalle emulazioni fake.

MADE IN ITALY da tutelare, La prima certificazione di “italianità” dei ristoranti all’estero

ASACERT, ente di certificazione e ispezione con esperienza pluriennale e accreditamenti internazionali e Coldiretti impegnata nella promozione e tutela dell’enogastronomia italiana hanno ideato un esclusivo schema di certificazione della filiera per valorizzare l’unica Italian Taste per arginare l’italian sounding. Un iter di certificazione messo a punto da ASACERT e Coldiretti per verificare che dietro quei simboli ci sia un autentico ristorante italiano, attraverso un protocollo basato sulla rispondenza dei fornitori, dei menù e della carta dei vini.

 


LEGGI ANCHE: ExportUSA: aumentano i prodotti pugliesi sulle tavole degli americani


La certificazione Made in Italy per contrastare l’Italian sounding

La certificazione di italianità dei ristoranti all’estero è una forma di protezione dal fenomeno dell’italian sounding, ovvero quei prodotti agroalimentari che rievocano nel suono, come nelle immagini grafiche e iconiche evocative gli alimenti italiani ma che hanno ben poco di italiano, con un danneggiamento dell’export made in italy e la ristorazione.

“La certificazione ITA0039 | 100% Italian Taste è nata dalla necessità di difendere, promuovere e valorizzare il patrimonio agroalimentare italiano, non solo a livello di prodotto – oggetto di clamorose falsificazioni e acclarati casi di contraffazione, ma già oggetto di innumerevoli strumenti di analisi e tutela grazie anche all’operato attento di Coldiretti – ma anche sul piano della distribuzione enogastronomica” afferma Fabrizio Capaccioli, managing director di ASACERT.

“Un progetto – continua Capaccioli – che ha subito trovato come suo alleato naturale Coldiretti, da sempre impegnata nella promozione e nella tutela dei prodotti italiani. Un lavoro di squadra che garantirà i produttori italiani, non più solo nella GDO, ma anche nella distribuzione capillare del prodotto nei ristoranti all’estero che intendono essere davvero italiani”.

L’innovativo protocollo di verifica è già presente nel Regno Unito certificando una delle più note “bandiere” italiane d’oltremanica: San Carlo Group, presente a Londra, Manchester, Birmingham, Liverpool, Bristol, Leeds e Leicester, attraverso i brand San Carlo, Cicchetti, Fumo, Bottega, Signor Sassi, Gran Cafe e Flying Pizza.

Rivista settimanale online di business e marketing. Raccontiamo le storie e le interviste di chi ce l'ha fatta, curiosità e consigli pratici per iniziare e migliorare la tua attività professionale