single.php

GO

Come creare un marchio di successo e definire l’identità aziendale

di  | 

Tutti vorrebbero sapere come creare un marchio di successo, solo pochi ci riescono. Cosa si nasconde dietro un marchio di successo che da semplice simbolo diventa una marca capace di creare riconoscibilità e fedeltà nel brand?

La marca deve ispirare una serie di valori e bisogni, insiti e soddisfatti dal prodotto o servizio offerti che si realizzano nel mantenimento di una promessa del brand. Un marchio di successo non è solo un segno grafico, è anche un nome, è una forma, un colore ed esprime una sensazione a seconda del target di riferimento. Ma quest’ultima deve essere sempre positiva come il senso di soddisfazione, sicurezza, serenità che il prodotto deve trasmettere.


LEGGI ANCHE: Proteggere la proprietà intellettuale dalla contraffazione: registrare il marchio


Per questo prima di avviare un progetto occorre comprendere che il famoso logo e tutta quella parte di brand identity non deve “piacere solo a noi” e non dobbiamo pretendere che gli altri la comprendano, ma dovremmo renderla noi già semplice e immediata ma aggiungerei anche unica e irripetibile. Vista concorrenza.

 

Come definire l’identità aziendale e creare un marchio di successo

 

Un marchio di successo non sa mai che diventerà famoso, ma lavora su quelle caratteristiche che insieme lo renderanno unico.

 

Dietro un brand name c’è uno studio dei competitor, occorre guardare la concorrenza e cercare quel quid in più. Scegli un naming e una payoff che racchiudano l’identità aziendale in modo immediato.

 

  • Consiglio→  Chiediti: Cosa fanno gli altri competitor? E io cosa potrei fare in più che gli altri già non fanno?

 

Il logo è il simbolo grafico che dovrà rendersi riconoscibile. Realizzare un logo vuol dire affidarsi a un professionista che saprà sintetizzare i valori della marca.

Il logo deve essere semplice, scalabile, riproducibile su diversi supporti e gradevole. Queste caratteristiche lo aiuteranno a rendersi riconoscibile.

 

  • Consiglio→  Quando il graphic designer ti invierà le bozze grafiche, non scegliere solo perché piace a te, ma fallo vedere a qualcuno di cui ti fidi e che credi abbia conoscenza nel tuo settore o sia una persona attenta alla comunicazione. Scegli un campione di amici e parenti fidati e intervistali, fai valutare anche a loro il marchio chiedendo a cosa pensano guardando il logo. Il loro parere se non ti aiuterà a scegliere, per lo meno ti aiuterà a vedere delle cose che potrebbero sfuggirti.

 

Il marchio è solo la punta dell’iceberg della brand identity aziendale. Tutto il materiale promozionale o di comunicazione dell’azienda o del prodotto deve essere in linea: rispetta i colori e lo stile.

Fai in modo che i colori aziendali siano quelli dal primo momento e non cambiare colore o font senza criteri, rispetta dei caratteri tipografici che saranno usati sempre o nella maggior parte dei casi. Puoi anche far realizzare un manuale d’uso con delle linee guida per l’utilizzo del tuo marchio, in modo che anche in fase di co-branding i tuoi partner commerciali possano rispettare un esacolore o un pantone.

 

  • Consiglio→  Non fare come molti che un giorno si ritrovano il logo di un colore e il giorno dopo la brochure di un altro. Sii semplice e non dire la tipica frase che dicono tutti: “mi fai il logo più grande”.

 

 

Il target è fondamentale per posizionarsi nel mercato e cercare una nicchia. Il marchio parla all’anima e comunica dei sentimenti, può indicare forza, resistenza, rispetto per l’ambiente, cura e attenzione, solidità e benessere. Se ci pensiamo sono i valori che esprimono un bisogno.

 

  • Consiglio→ Quali bisogni vuoi soddisfare e come puoi esprimerli in valori?

 

Dopo aver definito l’identità aziendale, la strada per creare un marchio di successo continua. Dovrai lavorare sulla promozione, sul marketing e pubblicità, creare delle relazioni, avere una presenza costante sul web e sui social e iniziare una strategia di marketing.

Poi potresti pensare anche al marketing a risposta diretta, ma una cosa per volta. Pensa a medio e lungo periodo e rifletti bene prima di credere di aver creato un marchio di successo, sappi che ce ne sono altri prima di te e come te. Ah un ultimo consiglio: differenziati dalla concorrenza.

 

Direttore responsabile del Settimanale online PugliaNext. Giornalista pubblicista, si occupa di web, graphic design e copywriting.