single.php

GO

Bando Reti di impresa 2016, Le agevolazioni a sostegno dell’artigianato digitale

di  | 

Dal 1 marzo fino alle ore 12 del 30 marzo 2017 si potranno presentare le domande per le agevolazioni destinate al Bando Reti di impresa dedicato alle associazioni temporanee di imprese che operano o che hanno intenzione di operare nel campo della manifattura sostenibile e dell’artigianato digitale.

Associazioni temporanee di due o più imprese (reti d’impresa) e i Consorzi che:

  • siano costituiti da almeno 5 imprese
  • vedano al loro interno la presenza di imprese artigiane ovvero microimprese in misura almeno pari al 50% dei partecipanti.

Bando Reti di impresa 2016 a sostegno dell’artigianato digitale

I programmi devono essere finalizzati allo sviluppo o alla creazione di:

  • centri per l’artigianato digitale, anche virtuali, per attività di ricerca e sviluppo per la creazione di nuovi software e hardware a codice sorgente aperto (open source), per promuovere lo sviluppo delle tecnologie di fabbricazione digitale e di modalità commerciali non convenzionali, nonché alla diffusione delle conoscenze acquisite alle scuole, alla cittadinanza, alle imprese artigiane e alle microimprese

  •  incubatori in grado di accelerare realtà imprenditoriali dell’artigianato digitale

  •  centri che si occupano di servizi di fabbricazione digitale come la modellizzazione e la stampa 3D, la prototipazione elettronica avanzata, il taglio laser e la fresatura a controllo numerico, nonché allo svolgimento di attività di ricerca e sviluppo centrate sulla fabbricazione digitale.


LEGGI ANCHE:  Scuola Open Source, a Bari la prima scuola dell’alta formazione condivisa


 

Le domande di partecipazione devono contenere anche:

  • spese ammissibili, al netto dell’IVA, non inferiori a euro 100.000,00 e non superiori a euro 800.000,00

  •  una durata non inferiore a 24 mesi e non superiore a 36 mesi dalla data di ricezione del decreto di concessione

  •  forme di collaborazione con Istituti di ricerca pubblici, Università, Istituzioni scolastiche autonome ed Enti autonomi con funzioni di rappresentanza del tessuto produttivo.

 

Le agevolazioni del Bando Reti di impresa 2016

Il bando completo prevede:

L’agevolazione consiste in una sovvenzione parzialmente rimborsabile a copertura del 70 percento dell’importo del programma ammesso alle agevolazioni.

La sovvenzione parzialmente rimborsabile consiste in un finanziamento a tasso zero. La parte di sovvenzione da non restituire (contributo in conto impianti e/o conto gestione) è pari al 20 percento dell’importo complessivo del programma considerato ammissibile.

La Puglia è al quinto posto in Italia con 7 FabLab sul territorio per la fabbricazione digitale, che sia un modo per innescare una reazione a catena e di crescita continua per i maker pugliesi.

Rivista settimanale online di business e marketing. Raccontiamo le storie e le interviste di chi ce l'ha fatta, curiosità e consigli pratici per iniziare e migliorare la tua attività professionale