single.php

GO

Agricoltura di precisione, il futuro sarà coltivare cibo su Marte

di  | 

L’agricoltura di precisione è un nuovo settore che sfruttando le più complesse tecnologie per la coltivazione e l’analisi biochimica automatizzata dei terreni non poteva sfuggire all’attenzione di chi si sta interrogando come coltivare cibo nello spazio.

Agricoltura di precisione, il futuro sarà coltivare cibo su Marte

L’interesse per l’agricoltura di precisione, ovvero la produzione di un metodo alterativo di produzione di cibo in maniera automatizzata, ha incontrato l’annosa questione che continua a chiedersi se “c’è vita su Marte”.

 

Il prossimo obiettivo, dopo l’allunaggio del 1969, resta Marte e diversamente dalla conquista della Luna, che rimase un mistero fino allo sbarco, nella nostra epoca social e di compartecipazione di aziende private e startup chiamate ad esporre ricerche e idee realizzate da replicare per il futuro di questa esplorazione marziana (di Marte, ndr).

 

“Sempre nuove tecnologie continueranno a nascere, trasformando l’umanità,” ha spiegato il Dott. Omar Hatamleh, Chief Innovation Officer – il responsabile dell’Innovazione – della NASA. “Questo fa sì che aziende appena nate o ancora molto piccole abbiano la possibilità di entrare nel settore aerospaziale, prima totalmente inaccessibile, permettendo alla tecnologia e all’innovazione di andare ancora oltre. Credo che i grandi progetti futuri, come l’insediamento umano su Marte, non potranno che essere progetti collaborativi”.

 

 

L’agricoltura di precisione interessa e la startup racconta l’idea alla NASA

Se sarò possibile coltivare cibo su Marte, non è dato saperlo, ma a quanto pare la NASA o come la definisce Dava Newman, ex dirigente della NASA, come “una nuova NASA” grazie alle partnership tra pubblico e privato come il futuro dell’esplorazione dello Spazio, ha mostrato attenzione promuovendo una due giorni in cui le “aziende attive nella produzione di cibo open-source sono state invitate a scambiare le proprie idee. Tra le aziende invitate vi è stata Farmbot, un produttore di macchine a controllo numerico per l’agricoltura di precisione che permette a chiunque e dovunque di coltivare il proprio cibo”.


LEGGI ANCHE: Industria 4.0: Cosa è e Come cambierà il lavoro?


Farmbot è saltata agli occhi della cronaca dopo aver vinto la passata edizione del Cool Idea Award, premio attraverso il quale Protolabs mette a disposizione ogni anno i propri servizi di prototipazione e produzione per rendere concrete le idee dei vincitori: Farmbot è stata così aiutata a produrre pezzi stampati a iniezione prima prodotti con la stampa 3D, ottimizzando così i costi e la riproducibilità dei pezzi.

L’idea di Farmbot è un sistema automatizzato che sfrutta un software di agricoltura di precisione consultabile anche tramite app che misura l’umidità del suolo, controlla lo stato di salute o semina delle piante e vegetali per la creazione di un vero e proprio orto casalingo. L’idea venduta in tutto il mondo è piaciuta anche alle scuole, oltre che ai privati, chissà se sbarcherà tra qualche anno anche nello spazio e potremo dire che l’uomo è riuscito a coltivare cibo anche su Marte.


LEGGI ANCHE: HiGrow, Un’app per controllare la salute delle piante e curarle


LEGGI ANCHE: Gardening, Startup italiana integra le piante con i sistemi IoT


 

Giornalista e docente di visual e content marketing per le imprese e nei corsi professionali. Si occupa di comunicazione web, graphic design e copywriting.